Appassimenti Aperti il 13 e il 20 novembre

A Serrapetrona appunto, paese-presepio incastonato all’interno dei Monti Azzurri nel cuore del maceratese, dalle 11 alle 19, una festa di gastronomia e artigianato locale per raccontare la storia di questo vino simbolo della terra marchigiana. Quello autoctono, la Vernaccia nera è, infatti, un vitigno raro e speciale, seme di due eccellenti vini a denominazione (la Vernaccia di Serrapetrona Docg e il Serrapetrona Doc) la cui produzione, peraltro regolamentata da un rigido disciplinare, segue tecniche antiche e molto complesse. Certamente si tratta di uno dei vini più difficili da produrre, coltivato in zone impervie di montagna e attraverso complesse tecniche: basti pensare che la Vernaccia di Serrapetrona Docg è l’unico spumante rosso che subisce tre fermentazioni, conquistando una complessità senza uguali e una sorprendente aromaticità; mentre si impiega molto tempo per portare a maturazione le uve e successivamente in affinamento il Serrapetrona doc, vino dai particolari sentori speziati e dalla spiccata mineralità. Organizzato dall’Istituto Marchigiano di Tutela Vini e dai Comitati di tutela delle due denominazioni, l’evento si snoderà tra gli stand dei produttori nella piazza del paese e le cantine e gli appassimenti dove riposano per mesi le uve, raggiungibili tramite apposite navette gratuite. “Appassimenti aperti” è l’occasione per ripercorrere questa storia antica, per ammirare le suggestive ‘pareti di grappoli’ appesi ad appassire ed ascoltare i produttori stessi. È altresì un modo per immergersi nei sapori della più genuina tradizione enogastronomica marchigiana. “Appassimenti aperti” promuove la conoscenza di vini inconfondibili ottenuti da vitigno autoctono, dunque inestricabilmente legati alla loro terra e non riproducibili altrove. Un occasione imperdibile per un viaggio nella storia e nel gusto, per appassionati o semplici curiosi.

 

Info

Comune di Serrapetrona
Tel. 0733 908321
www.appassimentiaperti.it