Montagna gourmet a Kitzbühel in Tirolo

 

La città dei camosci, denominata anche la “Montecarlo delle Alpi” per il suo lifestyle e glamour internazionale, ha ottenuto nei giorni scorsi un ulteriore importante riconoscimento. Bobby Bräuer del Petit Tirolia è stato nominato “chef dell’anno 2012” da parte dell’autorevole  guida gourmet Gault Millau. Kitzbühel diventa così la capitale dell’alta gastronomia d’Austria. Bobby Bräuer, nativo di Monaco di Baviera, vanta nel suo palmares una collaborazione con alcuni tra i migliori chef del panorama europeo, tra i quali Eckart Witzigmann (già eletto chef del secolo) dell’Aubergine di Monaco, Andrè Jäger e Dieter Müller. Nella guida Gault Millau 2012 il suo ristorante Petit Tirolia ha ottenuto 18 punti e tre cappelli. Bobby Bräuer è approdato a Kitzbühel nel 2008 e precisamente al Grand Tirolia Resort, che al suo interno ospita il ristorante gourmet Petit Tirolia. La sua cucina che segue un protocollo francese è ispirata e arricchita da influssi mediterranei e del  territorio. Al centro dell’attenzione i prodotti freschissimi, che Bräuer in parte acquista dai contadini locali. Lo chef predilige una cucina semplice e lineare, senza troppe sovrapposizioni di sapori.

Soggiorni gourmet all’insegna dello  “chef dell’anno”
Il  Grand Tirolia Resort è il cinque stelle di Kitzbühel che vanta alcune caratteristiche molto speciali. La sua architettura è una combinazione di tradizione locale  con forme e spazi di grande attualità e modernità che rendono il soggiorno unico e indimenticabile per l’ospite raffinato. Dispone di 82 stanze e suites suddivise in 9 categorie diverse. Tra gli highlights la suite presidenziale di 300 mq, estendibile a 500 mq, tra le più lussuose dell’arco alpino. Oltre al ristorante gourmet „Petit Tirolia“, l’hotel dispone del  golf-bistro e del ristorante dell’hotel „Eichenheim“ con il  menu della mezza pensione di 4 portate. Il centro benessere e la Green Spa sono un altro fiore all’occhiello: piscina interna e esterna per una superficie complessiva di 260 mq, una Private-Spa-Suite, centro fitness, Sauna, hamam, cabine trattamenti e sale relax con camini. La prestigiosa guida benessere „Relax Guide“ ha premiato il Grand Tirolia con 3 gigli (massimo riconoscimento). Per i buongustai il Grand Tirolia ha ideato un pacchetto soggiorno che comprende 2 pernottamenti con prima colazione, 1 menu a cinque portate presso il Petit Tirolia incluso dei vini e bevande, un ciclo di trattamenti in spa dedicati ai gourmet (peeling, massaggio) e dolce saluto finale. Prezzo a partire da Euro 470,00 a persona.

Bobby Bräuer a “Sciare con Gusto” in Alta Badia
Lo chef del Petit Tirolia aderirà quest’inverno all’azione “Sciare con Gusto” in Alta Badia. In diversi rifugi sulle piste si potrà gustare da dicembre ad aprile il piatto ideato con originalità da uno chef stellato internazionale. Tra i big Josean Martìnez Alija del Nerua, ristorante stellato del Museo Guggenheim Bilbao, che presenterà il suo piatto presso il rifugio Las Vegas. Al Pralongià troveremo Bobby Bräuer, lo chef del Petit Tirolia, il ristorante del Grand Tirolia di Kitzbühel. Il tedesco Martin Fauster del Königshof di Monaco di Baviera sarà invece presente all’Ütia Lée. Presso l’Ütia Mesoles troveremo il piatto di Andrea Aprea, il nuovo chef del ristorante milanese Vun presso il Park Hyatt. Sergio Mei del Four Seasons di Milano verrà associato al rifugio Col Alt e Alberto Faccani del Magnolia di Cesenatico all’Ütia Jimmy. Dall’Inghilterra Hywel Jones del The Park & Brasserie presso il Lucknam Park Hotel & Spa di Wiltshire, associato all’Ütia Arlara, il piatto di Giancarlo Morelli del Pomiroeu di Seregno potrà essere assaggiato al Club Moritzino al Piz La Ila. E per finire i tre dolomitici dell’Alta Badia: Norbert Niederkofler del St. Hubertus presso la Ütia Bioch, Arturo Spicocchi della Stüa de Michil presso la Ütia I Tablà e Fabio Cucchelli della Siriola presso Ütia Bambi (www.altabadia.org ).

Per informazioni
Grand Tirolia Golf & Ski Resort
Eichenheim 8-9
A-6370 Kitzbühel
www.grand-tirolia.com