G.M. Mumm presenta Blanc de Blanc l’eccellenza del perlage

Il prezioso “succo” deriva dalla spremitura delle uve di un unico vigneto, quello di Cramant, il Cru storico della G.H. Mumm situato nella Côte des Blancs, dove la Maison ha una proprietà di 20.38 ettari.
Pressato interamente nel torchio della casa madre, il Blanc de Blanc viene vinificato secondo il particolare procedimento detto Crémant. La sua pressione, infatti, è di 4.5 Bar, inferiore di 1.5 Bar rispetto a gli altri champagne, cosa che  conferisce al prodotto una delicata effervescenza.
Lo Chef de Cave Didier Mariotti preferisce per produrre il Blanc de Blanc non attendere il raggiungimento ufficiale dell’invecchiamento e lo interrompe a due anni e mezzo, e non tre come vorrebbe la legislazione francese, affinché lo champagne, conservi immutata la freschezza e la sua innata finezza. Il Blanc de Blanc con un Dosaggio di zucchero estremamente ridotto 6 g/litro è un prodotto tutto da bere.

Degustiamo il G.M. Mumm Blanc de Blanc, Champagne ottenuto da uve Chardonnay 100%.

Nome Blanc de Blanc
Vino Blanc de Blanc
Produttore G.H. Mumm
Uve 100%Chardonnay
Gradi alcolici 12.5%
Affinamento Due anni e mezzo sui lieviti
Temperatura di servizio 8/9 C°
Annata degustata 2008
Note Cramant 100% ( Côte des Blancs)

Analisi Organolettica Alla vista si presenta cristallino e di colore giallo paglierino tenue con riflessi verdi. Le bollicine sono fini persistenti e salgono dal fondo del bicchiere in maniera costante. Al naso sentori pronunciati ma delicati di fiori bianchi e frutta chiudono con un finale di grande freschezza olfattiva, che si avvicina alle note di limone della costa amalfitana.
Al gusto, champagne dall’anima delicata con suadenti sentori piacevolissimi di fiori di campo a primavera e frutta fresca come il pompelmo rosa e kumquat (mandarini cinesi).

Secondo noi Prodotto di estrema finezza, come tutti quelli cui ormai la Maison G.H. Mumm ci ha abituati. Elegante, fresco, con un perlage di grande finezza. La scelta di interrompere sei mesi prima la sua maturazione ci ripaga di profumi delicati e maggiormente leggibili sia al naso sia al palato.

Abbinamenti Ideale per accompagnare piatti di pesce come un Carpaccio di capesante, con delle ostriche o un’aragosta alla Catalana.