L’enologo Giordano Zinzani confermato Presidente del Consorzio Vini di Romagna

Presidente è stato confermato l’enologo Giordano Zinzani.Riconfermati anche i Vice, Ronchi e Navacchia. Per Zinzani, in carica dal 2008, si tratta del secondo mandato al timone del Consorzio: «Sono ovviamente molto onorato e soddisfatto che il nuovo Consiglio d’Amministrazione mi abbia confermato alla Presidenza. Questa mia rielezione avviene anche in un momento molto importante per il mondo del vino e per il nostro Consorzio. Pochi giorni fa, infatti, è stato approvato e presto sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, il disciplinare del “Romagna Doc”, che riunisce le attuali denominazioni con il nome di vitigno con l’obiettivo di salvaguardare e promuovere con maggiore efficacia i territori dei nostri vini a Denominazione di Origine». Riconfermati anche i due Vice Presidente: Roberto Ronchi, della Cantina Ronchi Mario di Lugo, e David Navacchia, dell’Azienda Tremonti di Imola. I Consiglieri, tra novità e conferme, sono: Castellari Fabio, Emiliani Andrea Achille, Guglielmini  Lucio, Monti   Emilio, Monti   Roberto, Nannetti Marco, Morini Alessandro, Poletti   Elena, Nicolucci Alessandro, Sarti Roberto, Savorani Maurizio, Sirri Mauro. Infine, i componenti del Collegio dei Sindaci revisori sono: Rossi Paolo (Presidente), Barnabè Igor, Pasini  Cesare, Conti Leone, Ferrucci Ilaria.

Giordano Zinzani, faentino, classe 1954, enologo. Dal 1979 lavora alla CAVIRO dove attualmente ricopre il ruolo di Direttore Enologia e Servizi, Sviluppo Soci. Ha partecipato come relatore a diversi convegni e seminari in Italia e all’estero. Dal 1990 è Presidente della  sezione Romagna Assoenologi e Consigliere nazionale, e dal 1999 fa parte della delegazione italiana all’Union Internationale des Oenologues. Vice presidente dell’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna e componente del Consiglio di amministrazione di Federdoc. E’ componente della Commissione Tecnica del Settore Vitivinicolo di Fedagri. Dal 2005 membro dell’Accademia Italiana delle Vite e del Vino, nel mese di marzo 2011 è stato nominato Accademico Corrispondente.