“Veglie di Neri” della Fattoria Dianella Fucini: espressione del legame tra terra e arte

“Le Veglie di Neri”, il vino di Fattoria Dianella Fucini, sembra incarnare questa filosofia: un  rosso con un carattere deciso e una lunga storia da raccontare.
“Le Veglie di Neri” è un IGT, i vigneti sono impiantati nella tenuta di Villa Dianella Fucini, una realtà creata ancora nel ‘600 dalla famiglia De Medici che utilizzava la villa e i terreni per le battute di caccia. Da allora questa proprietà non ha mai smesso di produrre vini e olii di grande qualità, soprattutto nel segno della tradizione senza mai prescindere dal legame con il suo  territorio.
“Le Veglie di Neri” è ottenuto da uve Sangiovese e Cabernet Sauvignon, si presenta con un colore rosso rubino dai riflessi violacei e un aroma di spezie e note di confetture. Il suo sapore è pieno, caldo e avvolgente e regala un ricco retrogusto.  
Il suo gusto intrigante ed elegante fa si che si accompagni bene a tutti i piatti della nostra quotidianità, ma esalta in particolare piatti a base di carni di manzo stufate o saltate in padella ma anche formaggi saporiti.
E’ un vino da bere giovane, per apprezzare al meglio la sua vivacità e la sua corposità ma anche se fatto riposare per alcuni mesi in bottiglia riuscirà a stupire i palati più preparati.
Ma “Le Veglie di Neri” non è solo un piacere da gustare, è anche uno stimolo per la mente:  il suo nome è un omaggio a un’opera del poeta toscano Renato Fucini che ha vissuto per molti anni a Villa Dianella Fucini. Un vino davvero speciale quindi che coniuga in maniera superba gusto e conoscenza.

Tutti i prodotti di Fattoria Dianella Fucini sono acquistabili nelle enoteche italiane o direttamente dal produttore.

Per ulteriori informazioni si può visitare il sito http://www.villadianella.it/index_ita.php