Il debutto di Garofalo al Salone del Gusto

Qualità, sostenibilità ambientale, territorialità e futuro sono i temi che corrispondono da sempre ai valori e ai gusti delle persone che lavorano in Garofalo e che si traducono nelle scelte che l’azienda fa nella produzione della pasta ma non solo. La condivisione di questi valori è stata sintetizzata nell’idea “Gente del Fud”, iniziative svolte presso lo stand animato, per l’occasione, da un programma ricco di appuntamenti interessanti che ha coinvolto il pubblico su Qualità e Sostenibilità: è possibile coniugare la sostenibilità ambientale e la produzione a km 0 con la qualità senza compromessi? Al Salone del Gusto 2010 Garofalo ha presentato i risultati di una ricerca sperimentale condotta in collaborazione con l’azienda agricola Torre Lama dell’Università Federico II di Napoli sul grano duro di alta qualità in Italia. Sono stati presentati, inoltre, i risparmi in termini di impatto ambientale permessi dall’utilizzo di cartoni fatti con carta riciclata e rilavorata in Campania e i primi sviluppi del lavoro di ricerca per la realizzazione di una confezione totalmente biodegradabile. Territorialità: l’Italia è ricca di comunità e prodotti meravigliosi ma spesso nascosti o addirittura dimenticati. In collaborazione con Slow Food Campania, Garofalo ha iniziato un percorso per supportare queste realtà, facendone emergere alcune nella linea DOC, Delizie di Onesta Cucina, e continuerà a farlo attraverso un progetto di valorizzazione delle Comunità del Cibo Slow Food della regione. Futuro: Garofalo, in stretta collaborazione con Slow Food Italia e l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, ha presentato inoltre un importante progetto sullo sviluppo e l’educazione del gusto dei bambini, sulla loro corretta alimentazione e sulla diffusione di una cultura del cibo vicina ai valori della dieta Mediterranea, già in fase di svezzamento. Internet: la Rete cambia le nostre abitudini, il modo di raccogliere e apprendere le informazioni e di scoprire nuovi mondi, anche alimentari.