Zucchine al pomodoro

Ingredienti per 4 persone

600 g di zucchine

150 g di pomodori maturi

2 spicchi d’aglio

un ciuffo di prezzemolo

3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva

sale

Lavate, spuntate e tagliate a fettine non troppo sottili le zucchine. Fate imbiondire in una padella con 3 cucchiai d’olio uno spicchio d’aglio, poi toglietelo. Quindi, aggiungete le zucchine e fate insaporire per qualche minuto, dopo di che unite i pomodori, precedentemente lavati, scottati e passati al setaccio. Salate e fate cuocere a fuoco lento per un quarto d’ora. Nel frattempo, tritate l’altro spicchio d’aglio con il prezzemolo e poi cospargete le zucchine ormai cotte: ritirate dal fuoco. Servite calde oppure tiepide.

Variante
Al posto del prezzemolo si può usare della maggiorana o del basilico. Se il pomodoro non vi piace, non lo usate ma mantenete le stesse modalità di preparazione, magari insaporendo anche con della menta.


Olio da poter utilizzare per migliorare le caratteristiche organolettiche della ricetta

Questa volta la nostra scelta e’ caduta sull’ Olio Exstravergine di Oliva D.O.P. Riviera Ligure  Celso dell’ azienda L’Esedra di Santo Stefano.
Quest’olio è costituito da un blend di varietà di olive (Taggiasca, Lavagnina, Pignola,  Frantoio) che in secoli di adattamento al territorio e al clima ligure hanno fornito un prodotto a bassissima acidità,  dal colore giallo oro, con fruttato tenue e una sensazione di dolce che esalta le caratteristiche dei cibi senza intervenire in modo troppo deciso.

Costo della bottiglia da cl 750 12 Euro

Il costo è perfettamente giustificato dal  sistema di estrazione tradizionale a freddo, dalla raccolta interamente manuale e dalla cura di conservazione dell’olio stoccato in contenitori di acciaio inox a temperatura controllata per non alterare le elevate qualità organolettiche.
 
Abbinamento cibo-vino
Questo piatto molto gustoso, dalla buona “dolcezza” data dalle zucchine, con un apporto “modesto” di aromaticità dovuta all’utilizzo del prezzemolo e di due spicchi d’aglio, riceve anche un po’ d’acidità dal pomodoro, che solo in parte contrasta la dolcezza delle zucchine.
Avremo bisogno in questo caso, quindi, di un vino con una struttura media, che non sia estremamente alcolico e abbia una buona freschezza.
L’abbinamento ideale a nostro avviso è un bella Vernaccia di S. Gimignano D.O.C.G., prodotta dalla Casa Vinicola Guicciardini Strozzi, un vino estremamente interessante, che rappresenta un prodotto tipico ed esclusivo della terra di Toscana. D’altronde la Vernaccia era già nota alla Corte di Cosimo de’ Medici quale rimedio contro la sazietà di stomaco e la nausea. E’ vino dal colore giallo paglierino, che al naso presenta dei bei frutti bianchi benché, secco com’è, è in bocca che dà il meglio di sé. E’ piacevolmente fresco, morbido e armonico, con un caratteristico retrogusto  vagamente amarognolo, che ricorda la mandorla. Un vino che ben si adatta a questo piatto.

Costo della bottiglia da 750 cl 12 Euro

Abbinamento  cibo-acqua

Con questo piatto si abbina bene l’acqua Lete, leggermente frizzante, leggera e povera di sodio, oltre che estremamente piacevole da bere. Si tratta di un’acqua bicorbonato-calcica, che ben si armonizza con questa pietanza leggera e gustosa.