Vino & Tango: il risveglio dei sensi nel Sulcis Iglesiente

L’opportunità di scoprire il legame tra vino e tango mi è stata regalata da una indimenticabile serata dal titolo inequivocabile: “Vino e Tango Carignano music experience”, organizzata dalla Provincia di Carbonia in collaborazione con l’Ufficio Provinciale del Turismo del Sulcis Iglesiente e l’azienda vinicola 6 Mura. La location scelta a Roma è prestigiosa: lo Studio Le Bain, esclusivo lounge bar  e ristorante tra i più trendy della nightlife capitolina. Siamo nel cuore della città, all’interno di Palazzo Caetani, luogo che ben mette in scena l’atmosfera di corteggiamento sensuale espressa da questo felice binomio. Per presentare i prodotti del Sulcis Iglesiente il focus, nella fattispecie, si è concentrato sul 6 Mura Rosso, Carignano del Sulcis Vigne Vecchie DOC. Il colore di questo vino dall’aroma virile, ma dal sapore setoso, si abbina vigorosamente alle emozioni potenti scatenate dal Tango. La manifestazione, è stata creata con lo scopo di catechizzare l’Italia ai prodotti tipici del Sulcis,  proponendo un accostamento corporeo e passionale  a corollario di un vino che i sensi li risveglia tutti: le note sono quelle delle spezie, di uva matura di una terra che ama solo i sapori forti e disdegna le tiepide mezze misure. Del resto,  atterrando in terra sarda, la prima sorpresa che arriva accarezzandoti è il suo profumo intenso: quell’aria aromatizzata dal sentore di macchia mediterranea, corbezzoli, mirto, ti fa capire che sei altrove, in una magica terra dai segni indecifrabili, dominata da lontane civiltà, piena di misteri che si manifestano nei dolmen e nelle domus de janas sparse anche nella zona del Sulcis Iglesiente. Ad accompagnare il vino, durante la serata, una selezione dei migliori prodotti, vere gourmandises per i palati raffinati:  finger food a base di gamberi su un letto di puré, spiedini di pesce spada affumicato, fave, formaggi tipici sardi, l’olio da degustare sulle fette di pane e il tonno di Carloforte, una prelibatezza di cui è impossibile non fare il tris. L’abbinamento con il rosso ci guadagna e si presta bene a valorizzare la carne decisa dei filetti di tonno. Sapori onesti quelli dell’Iglesiente;  a coprire l’ampio arcobaleno della sapidità di quest’isola, lo chef ci vizia con la fregola sarda con carciofi e gamberi e i classici malloreddus con il pecorino dal tipico gusto pungente. Il connubio musicale con il Tango diventa prezioso perché, se la musica e il bon vivre uniscono i popoli, la danza con il suo lato carnale, riesce a coinvolgere chi guarda nel suo tourbillon di energia e palpitazioni. Assaporare il bouquet floreale ricco e corposo del rosso Carignano 6 Mura, ascoltando Piazzolla suonato da un maestro al pianoforte a mezza coda e uno alla fisarmonica, mentre da fuori i passanti tentano di rubare sguardi indiscreti ai ballerini che svolazzano per le sale, è un’esperienza sensoriale unica. Mentre volteggiano e il vino libera le emotività, qualcuno azzarda persino qualche passo, lasciandosi andare alle note di una musica nostalgica e appassionante per danzare su un pensiero conturbante. Si intrecciano sapori, sensazioni inconsuete lungo affascinanti strade sonore evanescenti quanto evocative di un’isola dove tutto è ottenuto con la fatica e l’amore, proprio come il corteggiamento a passo di tango dei due ballerini. In una terra dove ogni prodotto risente del minimo cambiamento climatico, il bicchiere che ospita questo vino rosso rubino nasconde il tocco magico del vento che ha soffiato sull’uva, della rugiada che l’ha risvegliata e della sabbia finissima che si presta a suo comodo tappeto avvolgendolo come, nel Tango, si abbracciano un uomo e una donna.
 

Info sul Sulcis Iglesiente
www.sulcisiglesiente.eu/
Sito Azienda 6 Mura
www.6mura.it

Foto della Provincia di Carbonia