Valpolicella DOC Classico Superiore Capitel del Nicalò Azienda Tedeschi

Sono trascorsi più di 180 anni e la famiglia Tedeschi è ancora alla guida della propri azienda con devozione e caparbietà. La prima acquisizione di alcuni vigneti di pregio in Valpolicella è datata 1824, da parte di Nicolò Tedeschi, seguì poi Riccardo Tedeschi, considerato dagli abitanti di Pedemonte come un vero e proprio patriarca, un uomo così lungimirante che decise d’acquistare nel 1918, due cru d’elezione: i vigneti di Monte Fontana e di Monte Olmi. Oggi la proprietà  della famiglia Tedeschi comprende 99 ettari, parte nella zona classica (Comune di San Pietro In Cariano, dove ha sede anche l’azienda vinicola, di Fumane e di Sant’Ambrogio di Valpolicella), e parte nella vallata ad est di Verona (Comune di Mezzane di Sopra e di Tregnago).

Ci soffermiamo nella degustazione del Valpolicella DOC Classico Superiore Capitel del Nicalò 2007.

Nome Capitel del Nicalò
Vino Valpolicella DOC Classico Superiore
Produttore Tedeschi
Uve Corvina 30%, Corvinone 30%, Rondinella 30%, Rossignola, Oseleta, Negrara, Dindarella 10%
Gradi alcolici 13°
Affinamento 18/24 mesi botti di rovere di Slavonia-successivo affinamento 6 mesi in bottiglia
Temperatura di servizio  18°C
Annata degustata 2007
Note Azienda storica della Valpolicella con oltre 180 anni di storia

Analisi organolettica  Alla vista si presenta color rubino con riflessi violacei all’estremo del bicchiere. Al naso ha profumi complessi e ben articolati, che esprimono sentori marcati di frutti rossi come mirtillo e mora, uniti a profumi  terziari  delicati è mai invadenti dovuti all’utilizzo di botti grandi di rovere di Slavonia. In bocca si nota subito un’amabile struttura, piacevole e convincente subito: infatti ritroviamo anche dopo le buone sensazioni che avevamo costatato al naso. Capitel del Nicalò è piacevole, con un buona persistenza in bocca, con dei tannini levigati ed eleganti co note suadenti di frutti rossi maturi.

Secondo noi  Prodotto intrigante anche perché l’azienda Tedeschi utilizza un procedimento estremamente interessante per la produzione di questo vino. Infatti, le uve subiscono un leggero appassimento per un mese prima della pigiatura e fermentano successivamente in presenza delle loro bucce per 14 giorni. Ottenendo cosi un’ottima estrazione di sostanze coloranti ed una migliore struttura. Inoltre, per il Valpolicella Capitel del Nicalò l’utilizzo di botti grandi in rovere di Slavonia (capacità 5000 litri)  per un minimo 18  mesi conferisce al vino una eleganza veramente intrigante.

Abbinamenti Ottimo il matrimonio con un capretto arrosto e patate di montagna, con la porchetta, il maiale in agrodolce, una faraona alla leccarda, dei formaggi di media stagionatura.

Info

Agricola F.lli Tedeschi Srl
Via G. Verdi, 4
Fraz. Pedemonte – San Pietro in Cariano (Verona)
www.tedeschiwines.com
tedeschi@tedeschiwines.com