VALLE ISARCO: E’ QUI LA FESTA (GASTRONOMICA)!

I ristoranti propongono menu a tema e in vendita nei negozi tutti i prodotti a base di prugne dalle marmellate alle prugne secche. In programma anche un corso di cucina e la grande festa domenica 5 settembre con l’assaggio in piazza di piatti a base di prugna.
Si prosegue il 12 settembre con la Sagra dei canederli di Vipiteno, una domenica per gustare oltre 30 tipi di canederli tradizionali e dolci  su una tavolata lunga 300 metri. Pacchetto Giornate dei canederli dal 28 agosto al 19 settembre a partire da 285 euro a persona in mezza pensione in tre stelle per sette notti compreso un regalo ricordo, la Tourcard (impianti di risalita, mezzi pubblici e monumenti a un prezzo speciale ), un corso di cucina per imparare a fare i canederli e un menù tutto a base di questa specialità nell’hotel in cui si soggiorna. Sempre il 12 settembre c’è la Festa dei vicoli a Villandro: una giornata particolare all’insegna delle attività storiche e dell’antiche usanze della zona,  il tutto accompagnato da musica popolare e specialità gastronomiche.  
Poi c’è la Festa del pane e dello strudel altoatesino a Bressanone, che si svolge dall’1 al 3 ottobre. E’ uno degli eventi più caratteristici della Valle Isarco. E per chi pensa che il pane sia solo bianco o nero questa è l’occasione giusta per scoprire  che ogni pane altoatesino – quasi un centinaio i tipi – ha una sua storia e una sua origine geografica specifica. Il Mercato (aperto dalle ore 10  alle 18,30 in Piazza Duomo) sarà incentrato su pani e dolci prodotti da una ventina di panettieri e pasticceri altoatesini con marchio di qualità ‘Alto Adige’. Si potranno vedere i maestri dell’arte bianca impastare e cuocere il pane dal vivo nello ‘studio del fornaio’, punto centrale della festa. Ogni ora servizio navetta tra Bressanone e Val di Funes, dove si svolge in contemporanea la Festa dello speck.
Dal pane allo speck appunto, in una valle laterale della Valle Isarco e decisamente dolomitica: la Val di Funes. L’appuntamento è la Festa dello Speck, dal 2 al 3 ottobre. A Santa Maddalena, al cospetto del gruppo delle Odle, dalle 10 si susseguono simpatici appuntamenti: nelle passate edizioni della festa i valligiani sono riusciti a comporre il tagliere di speck più lungo delle Dolomiti (533 metri) e a innalzare una corona di speck alta 7 metri. E poi non mancherà la musica, gli assaggi del tipico salume bandiera dell’Alto Adige, e l’incoronazione della ‘regina’ dello speck e le esibizioni dell’affettatore da record.
Pacchetto Mercato del Pane e dello Strudel, valido dal 29 settembre al 4 ottobre a partire da 191 euro a persona in hotel 3 stelle mezza pensione per 4 notti, compreso BrixenCard (libero utilizzo dei mezzi pubblici, ingresso Acquarena, entrata in vari musei, ecc.), un’escursione sul sentiero del castagno con assaggio di vino e castagne. Pacchetto Festival dello speck dal 28 settembre al 9 ottobre a partire da 450 euro a persona per sette notti in mezza pensione in hotel 3 stelle, compreso l’ingresso alla festa dello speck e alle ‘olimpiadi dello speck’(degustazioni), un’escursione guidata, una visita ad un produttore di speck e la Mobilcard Alto Adige (utilizzo gratuito dei mezzi pubblici).  Altro simbolo dell’Alto Adige, come tutti sanno, è la mela. E la Valle Isarco contribuisce non poco a questa fama con una qualificata produzione specializzata, che si concentra nell’area di Naz-Sciaves, sul dolce e soleggiato ‘Altopiano delle Mele’, posto intorno agli 800 m alla confluenza di Isarco e Rienza. Non a caso a Naz-Sciaves, dall’1 al 10 ottobre, il ‘frutto del peccato’ sarà il protagonista della 18° edizione della Settimana della Mela.
Il clou, domenica 10 ottobre a Naz: sfileranno vari carri allegorici, ci sarà l’esposizione della corona di mele più grande dell’Alto Adige e l’incoronazione della ‘Regina delle Mele’. Si potrà poi visitare il mercato contadino, assaggiare lo strudel e altri prodotti a base di mele, come l’ ‘Apfelschmarren’ o gli ‘Apfelkiachlen’ (golosissime frittelle di mele), con un bicchiere di succo di mele fresco. Pacchetto Settimana della mela dall’1 al 10 ottobre a partire da 240 euro per quattro giorni e da 420 euro a persona per sette giorni in mezza pensione in hotel 3 stelle, compreso una visita guidata alla cooperativa Melix di Bressanone, un’escursione guidata tra i meleti dell’altopiano con la regina delle mele di Naz-Sciaves e naturalmente la partecipazione alla 18° edizione della Festa della mela.  Altro frutto che in Valle Isarco torna protagonista è la castagna. Nei dintorni di Bressanone e Chiusa si conservano infatti i tratti più originali e fedeli del Törggelen: l’usanza di andare – a piedi, rigorosamente – da un maso all’altro per rimpinzarsi di castagne e vino nuovo… In Valle Isarco imponenti alberi di castagno prosperano soprattutto nel versante affacciato a est, tra i 400 e gli 800 m di altitudine. E la castagna, per secoli, qui è stata un alimento fondamentale dei contadini. Così oggi, non solo la Valle Isarco è la meta più ambita del Törggelen ‘doc’ (in particolare intorno a Laion, Barbiano, Villandro, Velturno, Chiusa, Bressanone,  Varna/Novacella, Naz-Sciaves), ma è quella in cui la castagna viene maggiormente riscoperta con eventi e iniziative che si prolungano fino alle porte della stagione sciistica. A Chiusa per esempio si svolge il Törggelen tra i vicoli il 18 e 25 settembre e il 2 ottobre con incoronazione della ‘regina del Törggelen’:  vino nuovo, castagne arrostite, piatti contadini e musica sono gli ingredienti del tradizionale Törggelen cittadino negli antichi vicoli di Chiusa. Ricco programma di intrattenimento e negozi aperti. Inaugurazione con grande corteo (18/09) e incoronazione della ”regina del Törggelen“ (2/10/2010). Simile – ma non uguale – al Törggelen, da più di 25 anni ha luogo a Bressanone l’ormai tradizionale sagra gastronomica ‘Kuchlkirchtig’. Si tratta in pratica di escursioni guidate nei dintorni di Bressanone con soste… mangerecce, tra i colori del paesaggio autunnale. Quest’anno le date sono: 1, 5, 7, 8, 12,14 e 15 ottobre.

INFO: CONSORZIO TURISTICO VALLE ISARCO
Bastioni Maggiori 26/a, 39042 Bressanone (BZ),
tel. 0472.802232, fax 0472.801315.
www.valleisarco.com – info@valleisarco.com