Tagliatelle con coda di rospo

Tagliatelle con Coda di Rospo
Ingredienti per 4 persone


280 g di tagliatelle all’uovo


400 g di coda di rospo


6 cucchiai di pomodoro in pezzi


una cipolla bianca piccola


2 peperoncini


un ciuffo di prezzemolo tritato 
olio extravergine d’oliva


½ bicchiere di vino bianco secco

sale



Tritate la cipolla e fatela rosolare con un abbondante giro d’olio in una capiente padella. Appena ha iniziato a dorarsi, aggiungete la coda di rospo tagliata a piccoli cubi e il peperoncino; saltate a fuoco vivace e dopo poco fate sfumare con il vino. Unite il pomodoro e aggiustate di sale. Fate cuocere per una quindicina di minuti. Nel frattempo, lessate al dente le tagliatelle, scolatele e ripassatele nella padella col sugo che avrete provveduto a riscaldare in precedenza. Servite con una spolverata di prezzemolo tritato al momento.

Difficoltà
Bassa

Tempi di preparazione
40 minuti

Variante
Se preferite, potete omettere l’uso del pomodoro, ottenendo così una pietanza in bianco. Magari, va controllato che il pesce non si secchi e, per evitarlo, potete aggiungere un po’ di brodo di pesce o vegetale caldo. Al posto della cipolla, potereste usare l’aglio e, volendo, in luogo del peperoncino si potrebbe optare per il pepe bianco in grani.

Olio da utilizzare per migliorare le caratteristiche organolettiche della ricetta

Questa volta cogliamo l’occasione per consigliarvi un olio umbro, il DOP extravergine d’oliva della Cooperativa di Trevi dei colli tra Assisi e Spoleto. Quest’olio è ottenuto per il 90% dalla cultivar Moraiolo.
Colore: verde intenso.
Gusto: si percepiscono sentori di erba fresca e di carciofo, con toni equilibrati e note ammandorlate. E’ delicatamente piccante.

Questa cultivar, che ha la caratteristica di dare una nota lievemente amaricante all’olio, permette di ben bilanciare la grande dolcezza che riscontriamo nel piatto dovuta al pesce, dando al piatto un perfetto equilibrio a livello sensoriale.

Abbinamento cibo-vino
Questo piatto dal gusto delicato, dalla buona “dolcezza” dovuta alla natura della coda di rospo, ha una nota aromatica limitata all’aglio e al prezzemolo. La sua ‘untuosità’ moderata è data dall’olio extravergine di oliva, mentre l’acidità è dovuta al pomodoro utilizzato, che non è mai invadente.
Per l’abbinamento col vino questa volta vi consigliamo un bel Grechetto dell’Umbria, Cantina Poggio Turri, annata 2009. L’azienda si trova a due  km dal centro di Montefalco, in aperta campagna, a circa 350 metri s.l.m., lungo la strada del Sagrantino.
Un vino  dalle belle tonalità  giallo paglierino, dalle note fruttate, piacevolmente fresco e di buona permanenza in “bocca”.

Costo della bottiglia da cl 750 € 13,00

Abbinamento cibo-acqua
Per questo piatto vi consigliamo l’acqua Ferrarelle, naturalmente effervescente, bicarbonato-calcica, che favorisce la perfetta pulizia della bocca ed è estremamente dissetante. Quest’ acqua minerale be si addice a questa pietanza dedicata e gustosa.