Un percorso equosolidale tra sapori, spezie e letture

Una volta definito il progetto di base si è costituita una cooperativa composta da sette donne, determinate a intraprendere un innovativo percorso in cui il commercio equo e solidale possa abbracciare anche l’eccellenza della produzione artigianale italiana. Nasce così uno spazio, dove coniugare un proponimento etico e uno imprenditoriale, nel rispetto dei diritti delle persone, enuncianti nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, e del valore dell’individuo, di cui si vuole esaltare l’originalità e la creatività, la specificità culturale e la ricchezza interiore, attraverso un prodotto, non seriale, ma artigianale e quindi unico. Il negozio propone oggettistica per la casa, abbigliamento in tessuti naturali, prodotti alimentari del commercio equo solidale, perché attraverso quest’attività  si vuole diffondere una nuova cultura “commerciale” volta alla comprensione e al rispetto dell’altro. Per questo ci si rivolge non solo ad un pubblico già sensibile e impegnato nel sociale, ma a chiunque voglia accogliere questa sfida. Lo scopo è quello di comunicare una visione del mondo alternativa alla superficiale omologazione imperante: è l’oggetto o il prodotto in vendita nel negozio a far da tramite – attraverso la sua utilità, bellezza o bontà – tra creatore e cliente per far scoprire a quest’ultimo altre realtà, meno note, ma non per questo meno valide. Per ciò che riguarda il settore alimentare, in questo punto vendita si dà grande rilievo ai prodotti provenienti dal circuito del commercio equo solidale, in particolare ai “coloniali” – caffè, tè e cioccolato – simbolo del passato e, purtroppo ancora attuale, sfruttamento sia delle risorse naturali sia di quelle umane nel cosiddetto “sud del mondo”. Nel commercio equo e solidale, invece, questi prodotti diventano simbolo di riscatto economico e sociale; ai produttori viene garantita continuità nei rapporti commerciali e prezzi stabili ed “equi”, mediamente più alti di quelli delle borse ufficiali. Il commercio equo diventa quindi veicolo di sviluppo umano, sociale ed economico, contribuendo a migliorare la qualità della vita delle popolazioni produttrici, ma anche dell’acquirente grazie alla migliore qualità del prodotto. In questo negozio si possono trovare prodotti più classici come le marmellate di frutta, la cioccolata spalmabile e degli ottimi biscotti, ma anche vere e proprie specialità come le tavolette di cioccolato fondente al 73% con le fave di cacao sbriciolate, le tisane ayurvediche dalle mille proprietà benefiche, il cous cous integrale palestinese, le tante spezie dallo Sri Lanka, risi pregiati dall’India o le bibite eque alternative alla Coca Cola. Insomma, tante proposte per fare dei piatti originali e gustosissimi all’insegna della buona alimentazione e della solidarietà. Inoltre,  è possibile trovare i prodotti provenienti dalle terre confiscate alla mafia, simbolo di riscatto, di speranza e di coraggio, nonché altri alimenti di produzione italiana che si avvalgono  del lavoro delle fasce disagiate della popolazione,  adottando i principi della coltivazione biologica. Altro punto di forza del negozio sono i prodotti tessili in fibre naturali dal bamboo alla lana biologica alla fibra di latte e ovviamente al cotone biologico ed equosolidale: vestiti, felpe, maglie realizzate in cotone coltivato nel rispetto dei diritti umani e dell’ambiente e trasformato in prodotto finito in una filiera trasparente dove ad ogni passaggio viene pagato un prezzo equo. Da segnalare la linea di intimo realizzata in cotone bio ed equo solidale proveniente dal Brasile, tessuto da una piccola fabbrica artigianale del Nord Italia, ma anche le scarpe realizzate con cotone certificato Fairtrade e suole di gomma naturale. Forse in pochi sanno che la coltivazione intensiva del cotone convenzionale impiega una quantità enorme di pesticidi chimici, sintetici e fertilizzanti che causano la riduzione della fertilità dei suoli, la perdità della biodiversità e l’inquinamento delle acque, oltre a provocare in chi fa uso di tali prodotti fastidi e allergie. E’ per questo che si è dato spazio anche a linee di cosmesi naturali, realizzate con ingredienti biologici e biodinamici per donna, uomo e bambino. Un altro settore importante è quello dell’artigianato artistico rigorosamente “made in Italy”, che fa scoprire il prodotto artigianale italiano, valorizzando quei giovani artigiani che, coniugando tradizione e innovazione, creano come veri e propri artisti pezzi unici e inimitabili.  L’artigiano trasmette così concretamente la sua personalità, il suo passato, la sua cultura, la storia della sua terra nell’oggetto che realizza, rendendolo un unicum, al quale il cliente nell’utilizzo quotidiano trasmetterà la sua “storia”, la sua personalità, aggiungendo valore col proprio vissuto, perché gli oggetti non hanno solo una funzione utilitaristica ma una dimensione più personale e intima.

 

Sabato 27 novembre dalle ore 18 alle 20, “Un percorso di naso e gusto tra le spezie”, incontro dedicato al tema delle spezie con letture, percorsi olfattivi e degustazione di piatti speziati.

Mondi Possibili
Via Satrico, 55
Roma (zona Appio-Latino)
Tel. 0664006643
mondipossibiliroma@gmail.com

Foto di Teresa Gori