Tornare al vuoto a rendere

“Io amo il futuro” punta allo sviluppo di un efficiente sistema per il ritorno al vuoto a rendere in tutta l’area servita dalla Fusari Srl, ma non solo. “Io amo il futuro” è anche una campagna di sensibilizzazione e informazione rivolta ai giovani e alle famiglie, finalizzata a far comprendere in modo semplice ed efficace i vantaggi di un ritorno a politiche produttive e commerciali eco-sostenibili, non solo a livello ambientale, ma anche socio-culturale e salutistico. Il progetto è sostenuto da Italgrob, Federazione Italiana Grossisti Distributori di Bevande, di cui la Fusari Srl fa parte, da anni impegnata, in collaborazione con produttori ed esercenti, nel progetto “Vetro indietro” che ha portato alla stesura di una proposta di legge per la reintroduzione del sistema del vuoto a rendere in tutta Italia, oggi al vaglio del Parlamento.  Il progetto “Io amo il futuro” è già stato premiato a livello internazionale, nell’ambito della Terza Conferenza Europea “Riutilizzare”, organizzata lo scorso 6 ottobre a Bruxelles da Cegrobb, Federazione Europea delle Associazioni di Birra e Grossisti Bevande, in collaborazione con SIB Associazione Piccole e Indipendenti Fabbriche di Birra in Europa e DUH Ente Tedesco di Aiuti Ambientali. “Il progetto e i risultati conseguiti dalla Fusari Srl , spiega Giuseppe Cuzziol, Presidente Italgrob, che a Bruxelles ha ritirato il premio per conto del proprio associato, sono uno stimolo significativo per tutta la nostra Federazione, segno che l’impegno di questi anni per il ritorno del vuoto a rendere, nonostante le difficoltà, è stato condiviso pienamente dai nostri associati. La strada da seguire è ancora lunga, ma con l’impegno di tutti riusciremo sicuramente a raggiungere gli importanti traguardi che ci siamo prefissi”.