Terra Madre. Come non farci mangiare dal cibo

        <p style="text-align: justify" class="MsoNormal"><span style="font-size: 10pt">Alla luce della violenta crisi politica ed economica che sta investendo il pianeta, Petrini riflette sul ruolo dei singoli e delle comunità nel contrastare gli interessi dei potenti, sotto il cui giogo siamo stati depredati anche dei saperi e dei frutti amorevoli della madre terra. Il cibo è oramai divenuto un mostro-merce rispondente alle sole leggi di mercato, svilito a mero prodotto industriale, in tutte le sue fasi insostenibile per l’ecosistema e per la nostra salute. <strong>L’illusione dell’abbondanza come sinonimo di benessere ha, nell’attuale società consumistica, assuefatto le nostre menti </strong>rendendoci fantocci di un sistema che nutre di veleno noi ricchi e rende sempre meno accessibili le risorse agli affamati. Il cibo e lo spreco ci stanno mangiando. Il consumismo sta cancellando le identità e livellando le diversità, estinguendo le radici su cui innestare un futuro più certo. Nell’epoca dell’omologazione la terza rivoluzione industriale non può che partire dalle campagne e condurre ad una riappropriazione pacifica dei beni della terra tramite le comunità del cibo, le uniche che decidendo cosa e come produrre possono ristabilire l’equilibrio necessario tra il genere umano e la Terra.<br /><strong>De-industrializzare il cibo, non trattarlo quindi come una mercanzia, vuol dire attuare una rivoluzione dal basso, da noi stessi.</strong> Perché mangiare è anche un atto politico. Quelle di Petrini sono pagine che si lasciano scorrere tutte d’un fiato per l’intensità e l’interesse delle tematiche, oltre che per la scorrevolezza e il rigore della prosa. Soprattutto, sono pagine che ci faranno riflettere, facendoci domandare se siamo davvero padroni rispettosi della nostra vita o se noi stessi siamo divenuti dei prodotti di consumo.</span></p>  <p style="text-align: justify" class="MsoNormal"><strong><span style="font-size: 10pt">Enjoy Terra Madre Day!</span></strong></p><p style="text-align: justify" class="MsoNormal"> </p>