Stringozzi al limone

 

 

Stringozzi al limone

Ingredienti per 4 persone

350 g di stringozzi freschi
un limone non trattato
80 g di panna freschissima
70 g di Parmigiano Reggiano grattugiato al momento
pepe bianco di mulinello
sale

Cuocete al dente gli stringozzi in acqua salata e, nel frattempo, versate in una terrina la panna calda, ma non bollente, il parmigiano, il succo e la buccia grattugiata del limone, completando con una macinata di pepe di mulinello. Condite gli stringozzi appena scolati con la salsa al limone, aggiungendo, se necessario, qualche cucchiaiata dell’acqua di cottura della  pasta. Servite immediatamente.

Piccola nota storica

Gli Stringozzi prendono, secondo alcuni, il nome dalla parola ‘stringa’ per via della loro forma allungata che ricorda i lacci delle scarpe di una volta. Un tempo era un tipo di pasta riservato alle feste e alle ricorrenze, come d’altronde tanti altre paste cosiddette povere. Composti talvolta di farina di farro, di grano tipo 00, uova e acqua, più spesso sono impastati solo con farina di grano, sale e acqua. Asciutti, vengono variamente conditi, anche con sughi alle erbe profumate, con tartufi o funghi porcini oppure, come nel Lazio, con condimenti a base di carne, specie d’agnello, spolverati prima di servirli di pecorino grattugiato.