Sagrantino di Montefalco D.O.C.G. 2003 Poggio Turri

 

Negli altri sono allevati vitigni di Sangiovese, Merlot, Cabernet, Sauvignon, Grechetto e Chardonnay. Da questi nascono vini come il Grechetto dell’Umbria I.G.T., il Rosso del Poggio I.G.T. e il Grechetto dei Colli Martani D.O.C. L’Azienda Poggio Turri ha ottimi terreni e una costante cura nelle vigne, riuscendo a portare i grappoli delle proprie uve sempre a perfetta maturazione e con un grado zuccherino ottimale. Tutto questo si traduce in una materia prima di grande qualità; poi il lungo affinamento in botti grandi di rovere e la pazienza del tempo permettono di trovare in bottiglia un prodotto di grande piacevolezza, profumi intensi e persistenti, una vera gioia del palato. In questo caso ci soffermiamo sul Sagrantino di  Montefalco D.O.C.G. 2003 Poggio Turri, un’ottima annata, classificata dal Consorzio Tutela Vini di Montefalco con quattro stelle su cinque.

Nome Sagrantino di Montefalco D.O.C.G
Vino Sagrantino
Produttore Poggio Turri
Uve Sagrantino 100%
Gradazione alcolica 14,5% vol.
Affinamento Tre anni in grandi botti di rovere
Terreno Argilloso calcareo, ricco di ghiaie  (orig. pleistocenica)
Temperatura di servizio  18°C
Annata degustata 2003
Note Lunga macerazione del mosto con le bucce

Caratteristiche organolettiche  Alla vista si presenta rosso rubino intenso con riflessi granati, al naso si avvertono sentori di frutti rossi sotto spirito (ciliegia, mora di rovo, ribes), poi profumi di spezie, come il chiodo di garofano e il pepe nero. In bocca, si sente un forte sentore pseudocalorico, segno di un vino di corpo, potente, ma mai sopra le righe. I tannini ancora evidenti sono fini, maturi, piacevoli, un vino che assai interessante.

Abbinamenti  Perfetto con la cacciagione di pelo (lepre, cinghiale), ma anche con carni più delicate come agnello arrosto con patate di montagna.

Secondo noi  Il Sagrantino è forse il vino più tannico esistente al mondo e per domare questa sensazione di astringenza in bocca servono anni e un lungo affinamento in botte, poi un dolce riposo in bottiglia. Solo così può dare il meglio di sé, regalando emozioni forti e piacevolezza a patto che, prima in vigna e poi in cantina, si sia rispettato il suo carattere burbero e indomito. Come ha fatto, appunto, L’Azienda Poggio Turri dei Fratelli Tocchi.

Info

Azienda Agraria Fratelli Tocchi
Montefalco (Pg) – Italy
www.cantinapoggioturri.com