Rebootizer, la nuova bevanda contro la “sbornia”

Si tratta di una bevanda analcolica made in Francia costituita da ingredienti 100% naturali, cioè composta di estratti proveniente da piante e frutta aventi proprietà antiossidanti, coadiuvanti nella digestione dei cibi e nell’eliminazione delle tossine dell’alcol consumato. Messa a punto in Svizzera dopo un decennio di studi, è anche detta “salva patente”, perché venduta in coppia con un etiltest che verifica la quantità di alcol presente nell’organismo. L’efficienza del prodotto è stata dimostrata da uno studio scientifico, che comprova una spiccata azione di degradazione dell’alcol e dei suoi metaboliti. Gli ingredienti principali di questa bevanda brevettata sono: il limone, che ha un’azione antiossidante, anti-spasmodica e disintossicante; il dente di leone, che è antiossidante e diuretico; la liquirizia, un potente anti-infiammatorio; il mirtillo, antiossidante e diuretico; la melissa, anti-spasmodica e digestiva; il carciofo, protettore del fegato e disintossicante. Ma attenzione, bere questa bevanda non significa che si possa guidare in stato di ebbrezza, anzi dissuade dal farlo, cercando solo di aiutare a smaltire un bicchiere di troppo. Realizzata con un packaging intrigante è rivolta a un pubblico giovane e promette di essere la bevanda del futuro contro le “sbornie”*. Rebootizer è in vendita al prezzo di 5 euro ed è contenuta in una bustina distinta in due comparti: da una parte, ci sono 60 ml di acqua deionizzata, dove sono stati eliminati per osmosi i sali minerali, e dall’altra 6 grammi di estratti di piante e frutti. Quando si vuole berla, basta  premere la parte inferiore e agitare con forza di modo che i due contenuti diventino con un solo gesto un’unica bevanda tutta da bere.

*La Redazione di Gusto Magazine condanna ogni abuso di alcol è sostiene un approccio al bere intelligente, moderato e consapevole.