Plumcake di carote, mele e banane

Ingredienti


450 g di farina 00
150 g di farina di mandorle
350 g di carote frullate
33 uova
2 mele
1 banana matura
100 ml di olio extravergine d’oliva
150 ml di latte
una bustina di lievito
una bustina di vaniglina
sale

Lavate e mondate le carote, poi frullatele. Sbattete le uova con un pizzico di sale, poi unite lo zucchero e lavorate con una frusta elettrica per qualche minuto. Incorporate prima la farina di mandorle, poi le carote, la vanillina, l’olio, il latte e, infine, la farina bianca setacciata con il lievito. Aggiungete la polpa di banana schiacciate e le mele mondate e tagliate a pezzetti: amalgamate e versate l’impasto così ottenuto in uno stampo da plum-cake imburrato e infarinato. Cuocete in forno preriscaldato a 170 °C per 45 minuti  (controllando la cottura dopo i primi 30 minuti e facendo poi la prova dello stuzzicadenti).

Difficoltà

Media

Tempo di preparazione

1 ora

Variante
Potete sostituire la farina di mandorle con l’egual peso di mandorle macinate.

Abbinamento cibo-vino

Vi consigliamo per questo plumcake a base di frutta un vino dolce di sicuro impatto gustativo, un Torcolato dell’azienda Agricola Maculan (Breganze, Vicenza, www.maculan.net), nettare suadente prodotto da uve  di Vespaiolo. Si presenta con un colore giallo dorato caldo, dai riflessi ambrati, mentre all’olfatto è fine e complesso con profumi  importanti di frutta matura, soprattutto di origine esotica: ananas, banana, sentori di albicocca secca e confettura per finire con una nota dolce di miele di acacia. In bocca non è mai stucchevole, perché sorretto da una buona acidità che dona piacevole freschezza e bella pulizia di bocca.

Abbinamento cibo-acqua
Vi consigliamo in questo caso l’acqua di NEPI delle Antiche Terme dei Gracchi, una minerale effervescente naturale. Le sorgenti si trovano a tre chilometri da Nepi, paese vicino Roma: è un’ acqua leggera e gradevole al palato, se presa leggermente frizzante e fresca aiuta a digerire e migliorare la pulizia del palato.