Percorsi Sonori tra vino e cibo

In fondo, quando si ascolta un brano musicale si  “degustano” accostamenti di suoni e timbri, a cui le nuances di una voce, il tocco di una chitarra o di un direttore d’orchestra possono, come gli ingredienti di un piatto, togliere o aggiungere qualcosa. Lo stesso vale per l’arte del bere, che non è mera soddisfazione della sete o triste necessità di sprofondare nell’oblio, ma piacere di rintracciare attraverso il vino la storia di un territorio, di un vitigno, di un produttore. Anche l’equilibrio di una pietanza si ottiene mediante le stesse sinestesie, accostando sapori disparati che, come in un arrangiamento, portano a un gusto armonico finale. D’altronde, dalla pittura alla letteratura alla danza, si tratta di mescolare colori e forme su una tela, parole e significati su una pagina, movimenti corporei e ritmo su un palcoscenico. L’ascolto della musica combinato alla degustazione di cibi e vini, però, non è certo cosa nuova e ormai da molto tempo a questa parte è diventato una consuetudine: una tendenza anticipata già nel 1930 dal Manifesto della Cucina Futurista, che metteva in campo menu e piatti, coinvolgendo i cinque sensi. Per questo, una canzone, una sinfonia, un concerto jazz o rock che sia, hanno gli stessi colori timbrici del racconto che nasce da un sorso di vino o dal gusto di un piatto fatto ad arte: il primo è un piacere astratto, mentre i secondi hanno un riscontro materiale, ma sono allo stesso modo NUTRIENTI. Essenze sonore, sfumature degustative e sapide percezioni si equivalgono sull’asse sensoriale dell’udito e del palato per arrivare, attraverso combinazioni infinite di note e sapori, all’unicum, all’Intero del suono o della pietanza di turno.
E’ quello che Vi proponiamo nella V Edizione di Percorsi Sonori, rassegna di impianti hi-fi e musica, un evento che avrà luogo a Terni presso il Best Wester Garden Hotel (Via Bramante, 4) il 13 e 14 novembre. In occasione della manifestazione, domenica 14 alle ore 12.00, si esibirà Roberto Mezzasoma, Folk blues singer di Perugia, che proporrà il suo ultimo progetto” Mean Old Blues”, dove oltre a voce ed armonica, suonerà la NATIONAL BARITONE STEEL GUITAR, CHITARRA ACUSTICA a 6 e 12 corde, MANDOLINO, BANJO, APPALACHIAN DULCIMER. Per rendere la kermesse ancora più intrigante l’Azienda Agricola Cantina del Tufaio di Zagarolo proporrà in abbinamento alla musica degustazioni dei propri vini accompagnate da sfiziosità umbre. Ci sarà poi il concerto della Music Box, dove Alessandra Luchetti (Voce), Giulio Proietti (Batteria), Giacomo Anselmi (Chitarra), Pierluigi Borsellini(Chitarra) e Giovanni Chirchirillo (Basso) proporranno musica Pop Rock internazionale rivisitata in chiave acustica.
 

Un evento imperdibile
Sabato 13 e Domenica 14 Novembre
10.00 – 20.00
INGRESSO LIBERO

Per maggiori informazioni: T. 0744 44.13.39 – W. www.percorsisonori.it