Peperoni in padella

Ingredienti

1 kg di peperoni rossi

una manciata di capperi

3 filetti di acciughe

100 g di olive nere

pane grattugiato

olio extravergine di oliva

sale

Lavate e tagliate a strisce larghe tre dita i peperoni. In un’ampia padella mettete dell’olio e uno spicchio d’aglio, mondato e leggermente schiacciato. Fatelo dorare, toglietelo e mettete dentro prima  le olive, le acciughe tagliate a pezzetti e poi i peperoni. Lasciate andare a fuoco medio, girando di tanto in tanto, fin quando non sono ben cotti. Spolverate di pane grattuggiato e passate in forno per qualche miunuto, poi servite.

Difficoltà

Bassa

Tempo di preparazione

40 minuti

Variante
Potete, se volete, fare questo piatto anche con le melanzane. Una spolverata di prezzemolo nell’uno e nell’altro caso  non guasterebbe.

Abbinamento cibo-olio

Vi consigliamo un olio extravergine D.O.P. prodotto esclusivamente con olive della varietà  minucciola originaria della Penisola Sorrentina.  Il suo sapore leggermente fruttato si sposa con le erbe aromatiche e i limoni, portando su ogni tavola i profumi tipici della tradizione culinaria delle coste sorrentine. L’azienda produttrice si chiama Gargiulo di Sorrentolio (Sant’Agnello, in provincia di Napoli,  www.oliogargiulo.it), e il nome dell’olio è Syrenum D.O.P. Penisola Sorrentina.

Abbinamento cibo-olio

Per questo piatto in cui si uniscono la dolcezza del peperone e la sua moderata aromaticità vi proponiamo un vino dell’azienda pugliese Tenuta Girolamo ( a Martina Franca, in provincia di Taranto , www.tenutegirolamo.com) che si chiama Iérai Pétrai. Ottenuto dalle migliori uve Chardonnay, Iérai Pétrai si distingue per il suo gusto avvolgente, frutto di un sapiente affinamento in barriques per 10 mesi. Ha un colore giallo paglierino intenso  e dei profumi che vanno dalla frutta matura agli agrumi, con un sottofondo leggermente speziato.

Abbinamento cibo-acqua

Vi consigliamo l’acqua oligominerale Lissa. la  cui sorgente è ubicata sul versante destro della valle del Torrente Posina, a quota 630 metri sul livello del mare. Acqua leggera, magnesio-calcica è facilmente digeribile e ben si accompagna a questo piatto.