Olio extravergine monocultivar Picholine Intini

Provvista di un frutto di dimensioni apprezzabili e dal gusto poco amaro, può per queste ragioni considerarsi una cultivar a duplice attitudine: perfetta per la tavola e allo stesso tempo ideale per la produzione di ottimi oli, nonostante la sostenuta carica fenolica le sue componenti di amaro e piccante sono tuttavia perfettamente armoniche tra loro. L’olio extravergine Picholine è l’ultimo arrivato in casa Intini, lanciato sul mercato da solo un anno con la triade dei Monocultivar Cima di Mola, Picholine e Olivastra. Ha già ottenuto una Distinzione d’Onore al XIX Concorso Nazionale L’ Orciolo d’Oro ed è stato inserito nella Guida agli extravergini d’Italia Slow Food 2010. Intrigante, accattivante, conquista con i suoi profumi anche i nasi meno esperti.

Alla vista
Appare velato, di colore verde con riflessi gialli.

All’olfatto
Si scatena un esuberante e avvolgente bouquet di sentori che rimandano al carciofo, al pomodoro verde e ai fiori di campo.

Al palato
Intenso, persistente, pulito, rilascia stimolanti sensazioni di piccante sostenute da equilibrate percezioni di amaro.

Abbinamenti
Vista la forte aromaticità e carica fenolica si accompagna preferibilmente a piatti dalla struttura importante, quali carni rosse, zuppe di legumi o il classico polpo alla brace pugliese.

 

Pietro Intini 
Antico Frantoio Oleario
C.da Popoleto, n.c.
70011 Alberobello (Bari)
080.4325983
www.oliointini.it
info@oliointini.it