Melanzane alla piastra

 

Ingredienti per 4 persone

8 melanzane
2 spicchi d’aglio
origano

Lavate, asciugate e tagliate le melanzane a dischi spessi un centimetro e mezzo, lasciando loro la buccia. Bagnatale in un po’ d’olio e fatele cuocere sulla piastra oliata (o in una teglia in forno) a fiamma non molto viva, girandole di tanto in tanto da entrambe le parti. A cottura, conditele col sale e un battuto d’olio, del prezzemolo tagliato finemente, dell’aglio tritato e, se volete, del peperoncino.

Difficoltà

Bassa

Tempo di preparazione

45 minuti


Variante C’è chi mette il prezzemolo, e chi non mette il peperoncino.

Abbinamento cibo-olio

Vi consigliamo un olio Dop extravergine d’oliva Bio, molto leggero e piacevole, prodotto dall’azienda agrituristica La Sassetta (Bibbiona – Livorno www.lassassetta.it), da cui lìolio prende il nome. E’ estratto da olive di varietà Frantoio, Leccino, Moraiolo e Pendolino e ha un aroma fruttato, con un leggero retrogusto amaro e piccante, di bassissima acidità che ben sia abbina a questo piatto.

Abbinamento cibo-vino
La melanzana unisce alla tradizionale dolcezza, quando perfettamente matura, una tendenza amara che è caratteristica di questa Solanaceae, che qui ha un’ulteriore aromaticità dovuta all’aglio e all’origano. Vi consigliamo, quindi, di abbinarci un vino proveniente da uve Garganega dell’Azienda Vinicola Tenuta Maraveja (Brendola – Vicenza, www.tenutamaraveja.com) che si estende in sei ettari di terreno, dei quali quattro destinati alla coltivazione della vite. Il vino si chiama Orofermo ed è realizzato con il 100% di Garganega: ha bella freschezza in bocca con sentori di frutta bianca matura, che vanno dalla pesca all’albicocca.

Abbinamento cibo-acqua
Vi consigliamo l’acqua minerale naturale  Lurisia, che nasce sul monte Pigna a 1.460 metri sul livello del mare in un ambiente incontaminato e lontano da possibili fonti d’inquinamento.
Leggerissima, con solo 35,4 mg/l di residuo fisso, rappresenta l’acqua ideale per questo piatto.