Macedonia al vino

Ingredienti per 4 persone

2 dl di vino rosso amabile (anche bianco)

4 cucchiai di zucchero

2 pesche

4 albicocche

4 susine mature

100 g di lamponi

100 g di mirtilli neri

200 g di fragole

cannella

Mettete in una capiente zuppiera il vino, aggiungete lo zucchero e una punta coltello di cannella. Lavate, sbucciate e tagliate a pezzi la frutta, unitela al vino, mescolate e lasciate riposare in fresco 3 ore prima di portarla in tavola.

Difficoltà

Minima

Tempo di preparazione

15 minuti

Variante
La tipologia di frutta usata varia con la stagione. La cannella può essere omessa.

Abbinamento cibo-vino

Cosa c’è di meglio d’estate di una bella macedonia di frutta fresca e matura?
Siamo di fronte a tanta frutta, quindi, avremo una tendenza dolce accentuata dallo zucchero, che però mitiga  in maniera positiva quella sensazione astringente dei mirtilli.
Abbiamo, poi, una buona speziatura proveniente dalla cannella, molto apprezzata anche in passato, quando era ingrediente sia della famosa salsa camellina,  ricetta inventata da Taillevent, sia delle verte souce, citata nel ricettario di re Riccardo II d’Inghilterra nel XIV secolo. Infine, vi è un apporto di aromaticità proveniente dal vino.
Vi consigliamo, nel caso prediliagiate frutti bianchi per la nostra macedonia – come la banana, la pesca a pasta bianca, l’ananas – di utilizzare un vino bianco, nella fattispecie lo Zibibbo I.G.T. di Sicilia proveniente da uve Moscato100%  dell’azienda vitivinicola Ajello, che alla macedonia si addice alla “grande”. Un vino dal profumo intenso e fruttato, con note dolci, con sentori di fiori bianchi e gialli, nettare che rappresenta veramente il sole di Sicilia.
Per una macedonia a prevalenza di frutti rossi – come i mirtilli, le susine e il cocomero – si deve utilizzare un vino rosso che meglio si armonizza col tipo di frutta prescelto.
Vi consigliamo in questo caso un Porto Tawny, Ferreira, dal bel colore rubino con aromi delicati e speziati. In bocca risulta un vino elegante con un buon equilibrio e tannini maturi. Molto lungo e persistente il finale.