L’informazione è servita

In origine, infatti, le fiere del tartufo si svolgevano proprio al Furlo, dove corre la consolare via Flaminia che collega la costa alla capitale. Sempre nel 1933 al Furlo è nata la prima tartufaia d’Italia e qui tutt’oggi crescono come gioielli tartufi neri pregiati. Addirittura la memoria popolare racconta che un tipico complimento usato dalle giovani ragazze del luogo era quello di dire al proprio amato “sei bello come un tartufo nero del Furlo”. La Fiera del Tartufo Nero d’Estate ( detto anche Scorzone e Tuber Estivum Vitt.) si inaugurerà domenica 1 agosto dalle ore 17.00 alle fresche pendici della Gola del Furlo. Ci saranno stand con il tartufo fresco  nero pregiato , i prodotti conservati a base di tartufo e le ultime novità proposte dalle aziende di trasformazione del luogo.  La Fiera proporrà un mercato di prodotti tipici locali, anche biologici e tutto l’alimentare a Km zero. Sarà possibile degustare menù a tema e alla carta in tutti i 22 ristoranti che costellano Acqualagna, mentre in prossimità della Fiera l’Associazione Ristoratori Acqualagna proporrà un menù a prezzo popolare di soli 12 Euro. In serata ad allietare i visitatori si terrà Furlo in Jazz, un concerto in esclusiva italiana con Dobet Gnahorè.
LA BORSA DEL TARTUFO e il CLUB AMICI DEL TARTUFO DI ACQUALAGNA
Per conoscere le quotazioni del tartufo , essere sempre aggiornati sui prezzi , le news e quant’altro consultare il sito www.acqualagna.com, dove è possibile visionare la Borsa del Tartufo e  iscriversi a un club molto speciale, gli Amici del Tartufo di Acqualagna, che dà diritto a una serie di agevolazioni nell’acquisto.

Passeggiar gustando

Stand gastronomici a base di prodotti tipici, degustazioni gratuite di formaggi locali, dimostrazione della lavorazione del latte e visite guidate nel Centro Storico di Bagnoli Irpino. Si tratta dell’VIII mostra mercato del Pecorino Bagnolese e della I del tartufo estivo locale. Tra gli stand non ci saranno solo la Ricotta e il Pecorino Bagnolese, ma anche oggetti dell’artigianato locale: il tutto condito della musica del noto gruppo folk Melodia Mediterranea (dal 19 al 20 giugno). Per informazioni Proloco Bagnoli-Laceno tel 0827.602601 e INFO@PROLOCOBAGNOLI-LACENO.ORG

BALSAMICO TRADIZIONALE DI MODENA: IL 44° PALIO INCORONA IL MIGLIORE

Domenica 27 giugno nell’antica Rocca di Spilamberto (Mo) si terrà il tradizionale Palio di San Giovanni. Un’occasione in cui verranno premiati i migliori campioni di Aceto Balsamico Tradizionale, selezionati dagli esperti tra migliaia di partecipanti. Un’occasione per conoscere da vicino una specialità tutta emiliana e per una visita all’unico Museo al mondo dedicato al prezioso prodotto. Da 44 anni 120 Maestri Assaggiatori, con l’aiuto degli Assaggiatori e degli Allievi, all’inizio del mese di maggio si mettono al lavoro per valutare le migliaia di campioni di Aceto Balsamico Tradizionale di produzione familiare, che vengono consegnati alla Consorteria, ma solo domenica 27 giugno a Spilamberto (Mo) si saprà il nome del migliore e degli altri 11 finalisti. La competizione, riservata agli aceti balsamici “tradizionali” prodotti nella loro zona di origine (gli antichi domini estensi), continua a riscuotere successo tra i cultori del Balsamico. Basti pensare che lo scorso anno i campioni raccolti sono stati 1.300, oltre un centinaio in più rispetto ai partecipanti del 2008. Dopo 20 serate e oltre 13.000 assaggi complessivi vengono selezionati gli aceti idonei alla DOP. Le valutazioni della commissione di degustazione riguardano gli standard visivi, olfattivi e gustativi del prodotto. Il Palio di San Giovanni è un’occasione per la Consorteria di esaminare e tenere monitorata la produzione di Aceto Balsamico Tradizionale del territorio sia dal punto di vista organolettico sia per quanto riguarda le caratteristiche chimico-fisiche: in questo modo può trasmettere ai produttori indicazioni idonee, affinchè sia rispettata la tradizione secolare. Al primo classificato vanno prestigiosi premi: il diploma ufficiale della Consorteria, un cucchiaino d’oro per l’assaggio e il “torrione di bronzo”, che viene consegnato anche a tutti i semifinalisti: si tratta di un bassorilievo in argento che raffigura il torrione di Spilamberto. Dopo una settimana dalla premiazione, poi, arriva il riconoscimento più importante: il Gran Maestro si reca a casa del vincitore e marchia a fuoco le botti dell’acetaia con il logo della Consorteria. Quest’anno verrà assegnato un premio anche al miglior Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Extravecchio Dop contenuto nella bottiglietta di Giugiaro.
Assistere alla premiazione del Palio è anche un’occasione per visitare la tradizionale Fiera di San Giovanni, dal 23 al 27 giugno, e il Museo del Balsamico Tradizionale di Spilamberto.
(www.museodelbalsamicotradizionale.org)
Infoline: Museo dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, tel. 059.781614
Consorteria dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, tel. 059.785959


Gli artisti del gelato danno il benvenuto all’estate

 Valorizzare gli ingredienti del territorio, è questo il leit motiv che caratterizza l’estate 2010 degli Artisti del Gelato e, in particolare, la settimana dal 21 al 27 giugno in cui gli oltre 60 gelatieri presenti su tutto il territorio faranno assaggiare ai loro clienti inediti gusti. Ma chi sono questi Artisti del Gelato? Sono una rete di professionisti selezionati direttamente dall’azienda Agrimontana che, aderendo a un rigoroso disciplinare produttivo, senza rinunciare alla possibilità di aggiungere un tocco creativo alla ricetta, rappresentano i punti di eccellenza del gelato italiano. Noti per la loro produzione artigianale, eseguita esclusivamente con ingredienti naturali  e le migliori tecniche di preparazione, quest’anno gli Artisti del Gelato sono stati invitati da Agrimontana (l’azienda cuneese di San Dalmazzo, leader nel settore della trasformazione della frutta)  a elaborare una ricetta legata alla terra e alle tradizioni gastronomiche locali. Il risultato è un viaggio attraverso i gusti del territorio declinati nel gelato.  Ecco alcune tra le prime creazioni: “squaquerone e pere caramellate”, “fragolina del Brognolo e Franciacorta Millesimato 2004”, “cioccolato Domori con elixir di Bourducan”, “crema al Casanese di Affile e amarene candite Agrimontana”, “gelato alle erbe alpine” e “crema valenzana con amaretti margherita decorata con polvere d’oro”.
Per conoscere l’Artista del Gelato più vicino a casa è possibile consultare il sito web   www.artistidelgelato.it

Formaggi e salumi di Piemonte

Torna, ad Usseglio, in provincia di Torino, la Mostra Regionale della Toma di Lanzo e dei formaggi d’Alpeggio. Dal 9 all’11 luglio e il 17 e 18 luglio si terrà, infatti, la XIV edizione di questa rassegna dedicata a prodotti caseari d’eccezione. Un appuntamento unico ideato per valorizzare i saperi e i sapori della tradizione montanara in cui si potranno conoscere da vicino  tipicità locali come la Toma e i torcetti di Lanzo, i formaggi d’Alpeggio, i salami di Turgia, i grissini, le confetture, il miele e il pane artigianale di montagna. Ma nell’area espositiva di 5.000 mq di questo piccolo paese dell’alta Val di Viù (a soli 60 km da Torino), la grande Mostra-Mercato sarà arricchita dalla presenza di oltre 100 espositori provenienti dal centro e nord Italia, dalla Svizzera e dalla vicina Francia per una “cinque giorni” dedicata al gusto e all’artigianato a 360°. Tanti gli appuntamenti pensati per un pubblico di appassionati e di curiosi: incontri, degustazioni guidate, presentazioni di libri, laboratori del gusto, visite agli alpeggi, assaggi della cucina valligiana, menu ad hoc nei ristoranti della zona, spettacoli, giochi didattici per bambini e adulti. Il 17 e il 18 luglio, invece, sarà la volta della VII Mostra bovina, caprina e ovina di razze alpine, che celebrerà il suo indiscusso Re, il salame di Turgia, vanto di questa valle. Tra le novità dell’edizione 2010 l’area dedicata ai Formaggi Dop Piemontesi, il concorso sui formaggi tipici valligiani indetto dall’Onaf, il Country Village con i microbirrifici artigianali piemontesi e il raduno delle moto Ducati. La rassegna è organizzata dal Comune e dalla Pro Loco di Usseglio con il patrocinio di Ministero Politiche Agricole e Forestali, Regione Piemonte, Provincia di Torino, Comunità Montana Valli di Lanzo e in collaborazione con Turismo Torino.

Info: www.sagradellatoma.it