Kepos

 

 

 

Insieme, ed ancora prima di creare l’azienda vitivinicola,  identificano uno stile che possa esprimere tutta la biodiversità del territorio della Maremma Toscana. Nel 2002 acquistano il primo e principale blocco di terreni chiamandolo Ampeleia di Sopra, successivamente ne comprano altri due chiamandoli Ampeleia di Sotto e di Mezzo. Attualmente l’azienda nei pressi di Roccaderighi (Grosseto) si estende su tre livelli con un’altitudine che va dai 200 metri s.l.m.  fino ad arrivare ad un altitudine di 600 metri per un totale di 150 ettari, di cui 50 interamente vitati. Ampeleia non è solo un azienda ma un sogno che si concretizza in un progetto divenuto poi una realtà fatta di biodiversità ed equilibrio fra la natura e l’uomo. I  vini  di Ampeleia nascono dall’unione sinergica data da differenti vitigni posti ad altitudini variabili e su terreni diversi. L’obiettivo dei tre amici e di rendere i loro vini unici, regalando una piacevolezza ed uno stile non codificato nè omologato. 

Abbiamo degustato il Kepos 2008

Nome Kepos
Vino Kepos (IGT Maremma Toscana)
Produttore Ampeleia
Uve Grenache, Mourvedre, Marselan, Carignano, Alicante
Titolo alcolometrico 13.5% vol.
Affinamento 11 mesi in vasche di cemento/affinamento in barrique e 5 mesi in bottiglia.
Temperatura di servizio  18°C
Annata degustata 2008
Note 50 hl per ettaro

Kepos in greco significa ‘giardino’ e nasce dall’unione di 5 vitigni Grenache, Mourvedre, Marselan, Carignano ed Alicante. I vigneti sono situati in aree circostanti il paese di Roccaderigo, nell’entroterra della Maremma Toscana.

Caratteristiche organolettiche  Ha un colore rosso rubino con al bordo esterno riflessi violacei, al naso si avvertono frutti rossi come lamponi, ciliegie, more di rovo e, in chiusura, profumi leggermente speziati. In bocca questo vino fa sentire ancora una piccolo nota alcolica, mai invadente, che lascia immediatamente il posto a una buona piacevolezza regalando sentori di frutti rossi come ribes e ciliegia.

Secondo noi  E’ un vino estremamente particolare potremmo definirlo dalla doppia anima, perché lascia poi in  “chiusura di bocca”  sentori di liquirizia e cioccolata che ci hanno assai meravigliato, in quanto questo tipo di sensazioni si trovano molto spesso in vini con più anni di invecchiamento. Va detto, inoltre, che il progetto Ampeleia sta sulla buona strada, dato che, essendo un’azienda relativamente giovane con un progetto ambizioso, ha già una solida realtà, come ben dimostra il Kepos che non strizza l’occhio a mode e a gusti passeggeri, ma esprime una ricerca attenta e un rispetto per la vite e il territorio notevole. I cinque vitigni avrebbero ancora solo bisogno di un po’ di tempo per potersi fondere fra di loro, magari regalando quella piacevolezza che in parte già è presente.

Abbinamenti  E’ ideale coi crostini, col paté di fegato, con un agnello arrosto contornato di patate di montagna, ma anche con una coda alla vaccinara.

* Davide Bonucci è il Presidente dell’Enoclub di Siena

Info
Società Agricola Ampeleia

Località Meleta
58028 Roccatederighi (GR)
Maremma Toscana Italia
Tel. 0564 567 155
Fax 0564 567 146
i n f o @ a m p e l e i a . i t
w w w. a m p e l e i a . i t