Il Gruppo Fini punta al futuro con il progetto fotovoltaico della fabbrica di Ravarino

Le materie prime che compongono i prodotti e i pannelli fotovoltaici hanno in comune una cosa: il sole. Lo stesso calore che nutre la terra e accudisce i frutti dell’agricoltura è portatore di un bene prezioso: energia nuova. Ecco perché in questi stabilimenti di Ravarino si celebra un unione importante: la naturalità dei prodotti e il rispetto per l’ambiente. Con una produzione netta di 733.126 kWh all’anno si ottiene un risultato davvero importante: il risparmio annuo di 465.535 Kg di CO2 emessa in atmosfera. Le Conserve della Nonna, così, sono gustose nel piatto e generose per l’ambiente. CONSERVE DELLA NONNA incarna così tutto lo spirito della tradizione e la voglia di eco-innovazione: la lavorazione della materia prima fresca, effettuata entro 24 ore dalla raccolta, si sposa con il rispetto del protocollo di Kyoto e del km zero. L’approvvigionamento del fresco, infatti, avviene per la maggior parte dei nostri prodotti da zone limitrofe, abbattendo le emissioni di lunghi viaggi di trasporto.