Il “Famoso” vino di Romagna

Se sono di recente venuti alla luce il Centesimino dal ceppo Sovignon rosso (che non c’entra col francese Sauvignon), il Barbarossa, il Burson, dal ceppo Uva Longanesi, solo per citarne alcuni fra quelli di notevole intensità degustativa, è arrivato il momento di un altro “giovane antico”. Dal suo nome si capisce che l’ultimo arrivato non scherza, che si vuole imporre tra i vini profumatissimi e aromatici di altri territori: il suo nome è “Famoso”, il vitigno è Famoso anche lui ed era chiamato dialettalmente “Uva Rambela”. I suoi profumi richiamano a Moscato e Malvasia, dalla esuberante freschezza e dalla suo corpo consistente e generoso, un vino bianco dal sicuro avvenire. La dozzina di cantine che producono il Famoso oggi, sono collocati fra le province di Forlì Cesena e Ravenna, le interpretazioni dei produttori e degli enologi sono ovviamente diverse e non esiste, per fortuna, una omogeneità di prodotto. L’elemento comune a tutti è certamente l’aroma, fornito dalla natura. E’ una nuova espressione varietale, un ulteriore elemento di valorizzazione del territorio che si ottiene attraverso la salvaguardia della biodiversità.  Per approfondire quanto e come potrà essere “Famoso” questo riscoperto vigneto, Mondo del Gusto ha organizzato un seminario durante il quale interverranno fra altri, gli Assessori all’Agricoltura dell’Emilia Romagna Tiberio Rabboni e della provincia di Ravenna Libero Asioli, l’Assessore al Turismo della provincia di Forlì-Cesena Iglis Bellavista. Dopo l’apertura del Presidente di CasArtusi Giordano Conti, il saluto del sindaco di Forlimpopoli Paolo Zoffoli e la presentazione di Mondo del Gusto, interverranno amministratori pubblici, tecnici, produttori, ricercatori ed esperti della rete commerciale. Al convegno seguirà una cena tematica realizzata da CasArtusi con preparazioni a base di prodotti del territorio, abbinate a vini “Famoso” messi a disposizione da sei cantine produttrici. Seminario organizzato da Mondo del Gusto 26 novembre 2010 ore 17.00 Cappella dei Servi – CasArtusi – Forlimpopoli (Forlì Cesena)