Gran fritto misto

 

Ingredienti 
per 4 persone

250 g di carne macinata di manzo
250 g di ricotta vaccina
7 grosse patate 

250 g di pane grattugiato

6 uova 

100 g di formaggio Parmigiano Reggiano grattugiato
1/2 bicchiere di latte
prezzemolo
olio extravergine d’oliva

sale
pepe nero di mulinello 


Lessate le patate in abbondante acqua salata. Quando saranno cotte, passatele sotto un getto d’acqua fredda, sbucciatele e passatele al setaccio. Aggiustate di sale e unite due uova intere, qualche cucchiaio di parmigiano e di pane grattugiato. Unite 2 uova, qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato e tenete da parte. In un’ampia terrina mettete la carne macinata e unite qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato, il pane grattugiato, il prezzemolo tritato finemente, due uova: salate e pepate. Lavorate tutti gli ingredienti in modo da ottenere un impasto morbido e compatto. Se questo dovesse risultare troppo duro, ammorbidite con il latte.
Al contrario, se fosse troppo morbido, aggiungetevi dell’altro pane grattugiato, sempre a piccole dosi, fino a ottenere una consistenza media. Quindi, lavorate la ricotta con due uova, unite un po’ di parmigiano, grattugiato, del pangrattato, salate e pepate; amalgamate il tutto, tanto quanto basta per ottenere un composto sodo tale da poter formare le polpette. Prendete un impasto per volta e formate delle polpette di ugual grandezza; mettete abbondante olio in una padella e, quando sarà ben caldo, tuffatevi prime le polpette di carne, poi quelle di patate e, infine, quelle di ricotta: friggetele tutte finché non saranno ben dorate. Tenete le prime e le seconde in caldo e, appena avrete fritto le polpette di ricotta, portatele tutte in tavola.


Difficoltà
Media

Tempo di preparazione
Un’ora

Variante
Potete fare queste polpette anche con le melanzane o le zucchine cotte in padella e passate al setaccio, aggiungendo gli stessi altri ingredienti di supporto (uova e parmigiano), badando di rendere l’impasto ben sodo con una buona dose di pangrattato.

Abbinamento cibo-olio
Vi consigliamo un olio extravergine di oliva che si presta molto a essere usato per delle fritture importanti come le polpette. Si tratta di un olio dal fruttato medio-leggero, un extravergine di oliva proveniente da agricoltura biologica estratto a freddo che si chiama Leccio, prodotto dall’Azienda umbra di Domenico Bettini (www.aziendabettini.com), che ha sede a Montefalco. Le cultivar che compongono quest’olio sono il Leccino (circa l’80%) e il Frantoio (20%). Il Leccio esprime all’olfatto note erbacee e di oliva fresca, mentre al gusto ha un leggero sentore amaro e piccante, ma delicato e gradevole.

Abbinamento cibo-vino
Vi consigliamo un vino dalla buona struttura come il Merlot Doc Colli Orientali del Friuli dell’azienda Comelli (Società Semplice Agricola, Faedis, in provincia di Udine, www.comelli.it). Il vino si chiama Jacò ed è un Merlot in purezza dal bel colore rosso rubino, dall’olfatto intenso con note di ribes nero e amarena, mora selvatica e frutti di bosco, persistente in bocca e molto elegante, che ben si abbina con questo piatto strutturato.

Abbinamento cibo-acqua
Per questo piatto vi consigliamo l’acqua naturale oligominerale microbiologicamente pura Azzurra, che sgorga ai piedi delle Piccole Dolomiti, in provincia di Vicenza, nel nord est dell’Italia, in una zona ricca di fonti naturali incontaminate. Vi consigliamo di berla sempre leggermente fresca e nella versione mediamente frizzante per aumentare la sensazione di pulizia del cavo orale.