Fontanavigna Terre del Principe Pallagrello: alla riscoperta di un antico vitigno

Fu messo da parte a partire dai primi del ‘900 in favore di piante più resistenti e maggiormente produttive, fino alla “riscoperta” per merito di Peppe Mancini negli anni ‘90.Pallagrello Bianco

 Nome  Terre del Principe
 Vino  Pallagrello
 Produttore  Peppe Mancini
 Uve  100% Pallagrello Bianco
 Affinamento  Acciaio
 Terreno  Argilloso, ricco di scheletro
 Temperatura di servizio  13°C
 Annata degustata  2009

 

 

 

 

 

 

Degustazione

Alla Vista: giallo paglierino con riflessi tendente al verde.
Al naso: belle note di mineralità, seguite da erba di campo appena tagliata e sentori di note agrumate che ricordano da vicino la mela limoncella.
Alla bocca: vino piacevolissimo e dalla bella freschezza, sapido e con lungo finale di albicocca secca.

Abbinamenti: vino che vale la pena bere per la piacevolezza e per la sua bella struttura che ben si abbina a piatti di frittura di pesce e ai pesci arrosto.

Secondo noi: è un vitigno ormai quasi scomparso, riportato in vita da Peppe Mancini. Il suo podere si trova a Fontanavigna di Castel Campagnano, poco distante dalla cantina, dove anticamente si trovava una fontana-lavatoio immersa tra le vigne a un’altitudine compresa fra i 250 e i 350 metri, tra i massicci montuosi del Taburno e del Matese. E’ un vino che sorprende sia per la sua freschezza sia per il suo equilibrio.

Azienda Agricola Terre del Principe
Castel Campagnano (Caserta)

www.terrredelprincipe.com