Champagne biodinamico Bedel Cuvée Entre Ciel et Terre

Il rigore della Maison è monastico e l’amore per la terra l’ha portata ad utilizzare per la pressatura delle uve antichi torchi, facendo fermentare parte dei mosti in botti di rovere. Nell’azienda Bedel non si effettuano raffreddamenti del mosto, collaggi o filtraggio e le operazioni di remuage e dégorgement sono eseguite tutte rigorosamente a mano.
Questo  rispetto per il terroir è riversato agli otto ettari e mezzo di vigneto divisi in vari comuni posti nella zona occidentale della Valle della Marne (Crouttes-Sur-Marne, Nanteuil-Sur-Marne, Charly-Sur-Marne et Villiers-Saint-Denis) di proprietà della famiglia per una superficie complessiva vitata di Meunier pari al 78%, di Chardonnay al 13 %  e di Pinot Noir al 9%.  Qui abbiamo degustato per Voi l’Entre Ciel et Terre,  una cuvée  millesimata ottenuta prevalentemente da uve della vendemmia 2002 con l’aggiunta di vino della riserva 2001 e un dosage pari a 6,5 g/litro di zucchero.

Nome Entre ciel et terre
Vino Entre  ciel et terre (cuvée 2002)
Produttore Françoise Bedel & Fils
Uve Pinot Meunier 100%
Titolo alcolometrico 11°
Affinamento 6 anni su i lieviti poi successivo affinamento in bottiglia
Temperatura di servizio  8°C
Annata degustata 2002
Note Champagne biodinamico prodotto con uve provenieti anche da vigne di oltre 60 anni

Analisi organolettica  Questo champagne ha un colore giallo paglierino intenso con riflessi quasi dorati. E’ cristallino e ha un effervescenza data da un perlage fino, suadente e incredibilmente persistente, quasi ipnotico. Al naso colpisce per una nota di riduzione marcata che contraddistingue gli champagne che sono realizzati con uve e “filosofia” biodinamica. Al naso si avvertono note di fiori bianchi d’acacia e sentori dolci che ricordano da vicino il miele, il dattero, il burro di arachidi e il profumo della crosta di pane appena sfornato. In bocca si percepiscono forti note floreali e la bella vena acida ci convince anche per la sua persistenza e per il suo sentore di note agrumate, che assomigliano da vicino al pompelmo e all’arancio.

Abbinamenti  Interessante può essere accostarlo a piatti di mare, come una cernia arrosto con patate o a un’insalata di polpo.

Secondo noi  Al di là del regime biodinamico e per quell’alone di misticismo che regala la parola dobbiamo rendere omaggio a un vino di grande qualità intrinseca e dal buon equilibrio con profumi che difficilmente troviamo in altri più blasonati champagne.
Vi consigliamo di aspettare un attimo dopo l’apertura dell’ Entre Ciel et Terre  per permettere che le piccole note di riduzione tendano ad ammorbidirsi.

Info
Champagne Françoise BEDEL & Fils 
71 grande Rue
CROUTTES-SUR-MARNE (France)
www.champagne-bedel.fr