Magalotti, una birra che nasce nel 1985

La birra ebbe subito  un successo che durò costante nel tempo fino a quando, sotto il Fascismo, molti birrifici si trovarono in difficoltà, perché il regime autarchico non permetteva che materie prime così preziose potessero essere utilizzate per produrre questa bevanda. Quindi, nel 1936 la fabbrica Magalotti chiuse.
Nel 2000 tre giovani appassionati ternani, John Henry Lolli, Andrea Goracci e Fausto Lombardini, decisero di far rivivere la birra Magalotti che tanto lustro aveva dato alla città di Terni, rilevando il marchio che, dopo sette anni di studi e riunioni, divenne una realtà a tutti gli effetti.
Uno dei tre soci, Thomas Lolli, ci ha spiegato come molto di questo tempo è stato impiegato nell’individuare un’acqua per la produzione della birra, che fosse uguale a quella che era usata per la fabbricazione della Magalotti. Infatti, l’acqua, rappresenta il 95% del prodotto finale e con le sue caratteristiche influisce in modo decisivo a determinare il gusto della birra.
Dopo molte ricerche, i tre amici sono approdati in Austria, una delle patrie della birra di qualità, dove finalmente si sono ritrovate le stesse particolarità organolettiche e di purezza che potessero garantire un alto standard qualitativo e di gusto come quello che aveva sempre contraddistinto la birra Magalotti.
Ora la birra è prodotta con quest’acqua in un birrificio austriaco che fa nascere con la formula originale risalente al 1845, la Magalotti, una Pilsner a bassa fermentazione con un tenore alcolico pari a 5.1% leggermente amarognola e dal bel colore giallo paglierino.
Un prodotto che si abbina bene a piatti mediamente strutturati  quali antipasti di verdure fritte, affettato, couscous di pesce, pollo arrosto e formaggi come i Tomini.
Accanto a questa tipologia di birra si è poi affiancata una doppio malto, anch’essa a bassa fermentazione, dalla bella struttura, dal colore giallo oro e da un tenore alcolico importante di 7,1%. Questa birra si abbina bene a piatti strutturati come lo stinco di maiale arrosto con contorno di crauti o patate, formaggi mediamente stagionati tendenti al dolce ma non erborinati.

Info

www.birramagalotti.it

{gallery}birra_magalotti{/gallery}