Week end con gusto. Autunno in festa a Bolzano

La natura si tinge di colori che vanno dal marrone, al rosso e al giallo, in un ventaglio cromatico che sorprende per la sua varietà. Le sfumature del paesaggio sono come un caldo abbraccio che circonda le montagne e le valli, il clima è mite e permette di fare lunghe passeggiate, a piedi o in bicicletta, per visitare ogni angolo colorato di autunno. Visitare Castel Roncolo e la curiosa mostra sulla storia della sedia “Homo sedens”, andare al Museo Archeologico a scoprire Ötzi, l’uomo venuto dal ghiaccio, sorseggiare un aperitivo all’aperto, rilassandosi in un’incantevole piazza oppure passeggiare tra i vigneti, ormai carichi dell’atmosfera autunnale, sono alcuni dei piacevoli riti. L’autunno si gusta anche a tavola: i ristoranti della città infatti propongono piatti di stagione che celebrano questi mesi con menu speciali che sono un invito a gustare e assaporare le delizie di stagione. Risotto con zucca e gorgonzola e tagliatelle di farina di castagne con zucchini e julienne di seppioline, sono i piatti tipici autunnali del ristorante dell’hotel Alpi; ancora la castagna e la zucca sono protagoniste della tavola del ristorante dell’hotel Città, con i ravioloni di farina di castagne con ricotta sfilata e pancetta brasata e taschetta di vitello dorata ripiena con filetto di zucca, taleggio e fave di cacao. All’osteria Voegele si possono assaggiare le seguenti specialità autunnali: testina di vitello all’agro con cipolla rossa, uva e canederli rosolati, ravioli di zucca su fonduta di formaggio di capra, spinaci e mandorle, filetto di cervo con ragù di castagne e prugne, cavolo rosso, polenta e funghi porcini, e come dolce non possono mancare le mele e le castagne, con tortina di grano saraceno di ragù di mele e mezzelune di castagne con cioccolata e gelato alla cannella.  Per gli amanti dei funghi una cena al ristorante Cascade è ottima: insalata di rucola con funghi e speck arrostito, tortelloni di castagne con burro alla salvia, costine d’agnello con rosticciata di patate, zucca, pomodorini e funghi, tiramisù alla zucca.
Ma le proposte gastronomiche della città offrono gustosi momenti negli altri ristoranti che aderiscono all’iniziativa. Sul sito www.bolzano-bozen.it tutte le informazioni.
Info: AZIENDA DI SOGGIORNO E TURISMO BOLZANO Piazza Walther Platz 8 – 39100 Bolzano Bozen tel + 39 0471 30 70 00
  

CUCINA FUSION D’AUTUNNO AL RISTORANTE LAURIN
La Sicilia incontra l’Alto Adige Il meglio delle cucine stagionali all’estremo Nord e Sud d’Italia comporranno le emozioni gastronomiche proposte in autunno dalla cucina del Parkhotel Laurin, uno dei ristoranti che non possono mancare sul taccuino dei viaggiatori gourmet. Il nuovo chef Manuel Astuto, stella emergente della cucina altoatesina con origini materne siciliane, propone la sua personalissima visione della cucina, fatta di rispetto delle materie e di semplici cotture, all’insegna del ritmo delle stagioni. Manuel con fermezza e inflessibilità va a ricercare ogni settimana tra i prodotti tipici dei due territori da cui proviene la sua famiglia, le soleggiate coste mediterranee e le Alpi mitteleuropee. Questo approccio lo porta ad esigere dai fornitori unicamente gli ingredienti nel loro ideale periodo di produzione, guardando al meglio che queste due tradizioni culinarie italiane possono offrire: in ottobre ad esempio giungono due volte a settimana espressamente freschissimi crostacei dai mari siciliani, da settembre dai boschi alpini proviene la pungente selvaggina, dagli orti locali le verdure e le erbe tipiche. Lasciare le materie come sono, con i propri aromi e definizioni di gusto, giocare con i contrasti e le cotture lente anche asiatiche, alternare ricette storiche a classici internazionali, sono le caratteristiche base del menù autunnale del Ristorante Laurin, una scena che promette di affascinare. Un esempio? La tagliata di tonno dai mari della Sicilia, su letto di couscous alle verdure e patate raclette. 
Info: Parkhotel Laurin Via Laurin Straße 4, I Bolzano , Tel 0471 311580 ,
www.laurin.it 

LA CULTURA DELL’UVA IN ALTO ADIGE  I MASI VINICOLI GALLO ROSSO  INSEGNANO I SEGRETI DEL NETTARE DI BACCO
Tra sentieri didattici e vini rari, l’autunno Gallo Rosso propone degustazioni dal sapore autentico del contadino Quando la vendemmia riempie di brulicante vita i pendii dell’Alto Adige dove si coltiva il vino, i masi vinicoli diventano i protagonisti dell’autunno. Piacere del palato, delizia dell’olfatto, il vino attrae un grande pubblico. Sommelier o semplici appassionati, degustatori esperti o alle prime armi: un calice di vino rappresenta un momento speciale, da gustare e da apprezzare. Gli ospiti dei masi Gallo Rosso possono partecipare attivamente alla vendemmia, prendendo parte a questo rito autunnale che si ripete da secoli. Si assiste al lavoro nei vigneti e si ha la possibilità di degustare i vini insieme agli esperti. Osservare in diretta il ciclo produttivo, rende la degustazione ancora più coinvolgente, non solo dal punto di vista del palato ma anche da quello culturale: conoscere i vitigni e le loro caratteristiche, capire come avviene la vendemmia, vedere il processo della vinificazione, toccare le belle botti di legno delle antiche cantine è un’esperienza che arricchisce in tutti i sensi.  Il maso Gallo Rosso Lindenhof a Cortaccia è il punto di partenza ideale per incamminarsi sul sentiero del vino dove è possibile osservare tutte le specie di uve coltivate in zona: ogni mercoledì un’esperta naturalista e viticoltrice, Margareth Orian, accompagna gli ospiti lungo il sentiero didattico: l’occasione è unica per sapere  tutto sul mondo del vino. Alla cantina del maso Gallo Rosso St. Urban a Cornaiano, ogni giovedì il viticoltore propone agli ospiti una degustazione guidata di vini e grappe. Il maso St. Urban è un punto di partenza ideale per il percorso didattico vitivinicolo »Via Alta« Gschleie.  Dopo l’ultima consegna di uva portata con un carro tradizionale, inizia una grande festa alla quale partecipano tutti i viticoltori della zona.  Al maso Gallo Rosso Weinberghof, si produce un ottimo vino, come Gewürztraminer, Lagrein, Schiava e Pinot Grigio. Punto ideale per visitare Termeno e l’ innovativa cantina di design Tramin, un gioiello dell’architettura che si fonde con la natura circostante e che simbolicamente ne diventa parte integrante grazie alla sua forma: un volume architettonico e scultoreo in tralci di ferro color verde, vetro, cemento e legno trattato naturalmente. Un maso molto esclusivo per il Törggelen è il “Buschenschank” (osteria contadina con vino proprio) Unteraichnerhof. Oltre a preparare le delizie della cucina altoatesina, abbina un vino rosso di produzione propria a base di varietà molto rara come Huttler, Furner e Brattraube. Il suo colore è rosso rubino, il suo profumo è fresco e ricorda le bacche. Il suo gusto sottolinea la sua origine: è un vino che ha carattere ed è minerale, con un buon equilibrio di asprezza e tannini. A tavola vengono serviti speck, formaggi, salamini affumicati, pane fatto in casa, gnocchi al formaggio, canederli agli spinaci e allo speck, “Schlutzer”, “Blattlen” con crauti, minestra di orzo, salsicce fatte in casa, patate lesse con speck, caldarroste, zuppa di trippa all’agro, costine, piatto tradizionale di carne, arrosto contadino, “Krapfen” di Barbiano, strudel di mele. Da non perdere assolutamente: il succo di mora di gelso – una rarità deliziosa. 
Info Gallo Rosso (Ufficio Agriturismo, Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi).  Tel. 0471 999308 www.gallorosso.it  CAVALLI E CAVALIERI  

ALLA CORTE DELLE DOLOMITI IN ALTA BADIA
In data 7 novembre 2010 l’Associazione Cavalli Val Badia darà vita, nella pittoresca località di Badia, alla dodicesima edizione del  “Rait da San Linert dles valades ladines” la cavalcata di S. Leonardo delle vallate ladine dolomitiche animato da un consistente numero di cavalli di razza avelignese e norica, provenienti dalle  valli del comprensorio dolomitico. Ad attendere il visitatore bancarelle di prodotti tipici e specialità gastronomiche ladine. Non mancheranno i costumi tradizionali delle 5 vallate ladine, che si sfoggiano in occasione delle grandi feste e svariate carrozze e carri in rappresentanza  dei vari sodalizi. La sfilata, con inizio alle ore 10.30 sarà condotta dal carro del santo patrono, seguito dal decano a cavallo, dalla corona di fiori, dall’emblema della banda musicale e dal carro con i prodotti derivanti dal raccolto, che verranno venduti al termine del corteo. Non mancherà il carro dei crafen e quello con lo stemma del Comune di Badia. Allieteranno l’evento le note delle bande musicali. Tra le novità di questa edizione un gruppo folcloristico di Villa San Leonardo in Provincia di Chieti. Anche nel loro comune si venera S.Leonardo, patrono della chiesa locale. Un gemellaggio tra l’Alta Badia e l’Abruzzo, che porterà a Badia l’allegria di costumi, balli e canti proposti da 30 coristi, che spazieranno dal saltarello al ballo delle lavandaia, alla quadriglia abruzzese. Seguirà la benedizione dei cavalli da parte del decano. E per finire una bella grigliata e il “törggelen”, il rito della castagnata accompagnato dalla degustazione di vino. 
Info Consorzio Turistico Alta Badia  www.altabadia.org – Tel. 0471/836176-847037 – E-mail:info@altabadia.org

BENESSERE AUTUNNALE IN ALTA PUSTERIA
Liquid sound in piscina e escursioni nordic walking  tra le montagne che si tingono dei caldi toni d’autunno, immergersi tra i vapori della biosauna alle erbe aromatiche e rilassarsi davanti allo splendido paesaggio dolomitico diventa un piacevole rituale per prepararsi all’inverno. Armonia con la natura: questa è la filosofia dell’Hotel Monika di Sesto, in alta Pusteria, un hotel, affacciato sulla celebre “Meridiana di Sesto” che unisce il design contemporaneo alla tradizionale ospitalità altoatesina. 14 stili diversi di stanze: ogni ospite sceglie secondo il proprio gusto, spaziando dal minimalismo della stanza in wengé e in larice “Simon von Taisten” all’esuberante “edel & weiss”, con pavimento di quercia, impreziosita da eccentrici elementi d’arredo. Se la maggior parte degli hotel alpini chiude a metà settembre, l’Hotel Monika va controcorrente, invitando gli ospiti a godere del tepore e dei colori autunnali per tutto il mese di ottobre. Il paesaggio è suggestivo: i larici si tingono di rosso per poi perdere tutti gli aghi in attesa della neve; le pigne degli abeti rossi cadono formando un curioso tappeto di squame dalle sfumature marroni e la resina dei pini riempie l’aria di quell’inconfondibile profumo di montagna. Fresco e balsamico. Vivere l’autunno in montagna diventa l’occasione per rigenerarsi in attesa del rigore invernale, in pieno contatto con la natura. Pochi turisti e tanto silenzio.  La proposta benessere dell’Hotel Monika induce ad abbandonarsi a una serie di emozionanti esperienze outdoor e indoor. Nella spa di 800 m² il percorso wellness si snoda tra la classica sauna finlandese (95°), la sauna bio alle erbe aromatiche (45°) con aromi diversi ogni giorno e uno spazioso bagno di vapore aromatico (12 m²) che fa respirare pelle e polmoni con fragranze alpine.La piscina indoor in acciaio inossidabile a 29° accoglie gli ospiti per nuotare e per sdraiarsi su lettini con idromassaggio e liquidsound: la musica si diffonde sott’acqua regalando momenti di puro relax a ritmo di melodie new age. Una vasca idromassaggio esterna attende chi ama fare un bagno caldo e respirare l’aria fresca e pura di montagna. Non possono mancare svariate tisane alle erbe, per assaporare il relax in tutte le sue declinazioni. Tra le attività outdoor, l’Hotel Monika organizza escursioni nordic walking  guidate: si cammina tra boschi e pascoli imparando ad utilizzare al meglio la tecnica del nordic walking che coinvolge anche i muscoli della schiena, braccia e addominali. Una ginnastica piacevole. In palestra, attrezzata con macchinari Technogym, il fisioterapista attende gli ospiti per lezioni di cardio fitness. Nel pacchetto autunnale, l’Hotel Monika coccola gli ospiti con trattamenti benessere: per le signore il centro estetico ha in serbo il peeling corpo, il massaggio completo Abhyanga, l’impacco alle alghe nel lettino tiepido ad acqua e un trattamento viso autunnale di Ericson Laboratoire. Per lui, la proposta è un bagno dello sportivo, un massaggio completo Abhyanga, un massaggio rivitalizzante Hot Stone e un trattamento viso per l’uomo. Pacchetto autunnale: Dal 19 settembre a fine ottobre, 4 notti in mezza pensione per persona: € 505. Il pacchetto comprende anche  PER LEI: 1 peeling corpo di Piroche Cosmétique, 1 massaggio completo Abhyanga, 1 impacco alle alghe nel lettino tiepido ad acqua,1 trattamento viso autunnale di Ericson Laboratoire PER LUI: 1 bagno dello sportivo di Piroche Cosmetiques, 1 massaggio completo Abhyanga, 1 massaggio rivitalizzante Hot Stone, 1 trattamento viso per l’uomo VitaMan.
Info Hotel Monika, viale Parco 2, I-39030 Sesto, Alto Adige | Italia – Tel. +39 0474 710384 – eMail: info@monika.itwww.monika.it

SAETTE DI GHIACCIO – A TUTTA ADRENALINA IN TIROLO 
La Ötztal, vallata tirolese a pochi passi dall’Italia, punta su un turismo giovane e dinamico. Numerose le proposte outdoor per l’autunno e l’inizio dell’inverno, tra campionati mondiali di canoa e Coppa del Mondo di Sci. È aperto da pochi mesi Area47, il parco outdoor più completo delle Alpi. E subito si è rivelato un vero e proprio successo. L’area di 6,5 ettari propone il meglio delle attività adrenaliniche da svolgersi all’aperto. Tra le attrazioni più gettonate il parco acquatico con trampolini per snowboard e sci, pareti di roccia e percorsi avventura mozzafiato e lo scivolo acquatico più ripido d’Europa. Per i giovani “alla moda” non mancano campi da Beachsoccer e Beachvolley, percorsi di canyoning, i torrenti per avventure in canoa o rafting e centinaia di chilometri di sentieri per mtbike. A completare l’offerta una struttura per eventi e party, un villaggio di tipis e di chalets di legno dove alloggiare a prezzi vantaggiosi e ristoranti e lounges per passare le serate in compagnia. E a partire dal prossimo anno si punterà sul tema ecologia, con l’inserimento di biciclette elettriche, riscaldamento delle parti comuni con pannelli solari, automobili a gas e molto altro. Area 47 che si trova sul 47. parallelo, è aperta fino a ottobre – www.area.47.at  Campionato mondiale di canoa Estrema “Adidas Sickline Extreme Kajak World Championship” A partire dal 30 settembre al 3 ottobre la Ötztal ospita per la 4. volta l’evento internazionale nello scenario naturale unico al cospetto di 250 vette oltre i 3.000 metri di quota. Sono attesi oltre 100 tra i migliori campioni di canoa al mondo da 20 nazioni  sulla „Wellenbrücke”, il tratto più spettacolare e arduo del fiume Ache, che scende direttamente dai ghiacciai e che è considerato dagli esperti uno dei percorsi più tecnici e difficili al mondo. Il tracciato di  qualificazione di quest’anno, di una lunghezza massima di 270 m  seguirà un nuovo percorso rispetto agli anni precedenti e raggiungerà i livelli IV e III. Gli organizzatori hanno già disposto misure di sicurezza estrema lungo l’intero tracciato.  Per i partecipanti e per gli spettatori è previsto un esclusivo programma di contorno presso l’Area47. Non solo sport a 360 gradi, ma anche cene e feste presso le strutture del  nuovo polo d’attrazione tirolese – www.adidas-sickline.com .  
Party …. e scia prima degli altri.
A Sölden le piste del ghiacciaio sono praticabili già a partire da fine settembre e in ottobre, iniziano i primi importanti appuntamenti come quello della Coppa del Mondo di Sci, che fa tappa in valle dal 22 al 24 ottobre. Quando il fondovalle attorno a Sölden ha i tipici colori autunnali, sui due ghiacciai che sovrastano la località tirolese, si scia già. Il Tiefenbach e il Rettenbach, collegati fra di loro sci ai piedi, sono considerati l’area sciistica su ghiacciaio più vasta d’Austria. E si possono raggiungere in macchina, oppure con i mezzi pubblici, partendo direttamente dal centro di Sölden e percorrendo la strada panoramica più alta delle Alpi orientali. Questi due giganti di ghiaccio, sono collegati da un tunnel e presentano 36 chilometri di piste servite da 10 impianti di risalita, con una portata oraria di 20.000 persone. Ai piedi del ghiacciaio del Rettenbach,  si trova il centro test ed esposizioni, dove, da settembre a maggio, è possibile provare le novità dello sci messe a disposizione dalle marche internazionali più prestigiose. Tra i richiami e le attrazioni dell’Ötztal, le proposte serali, attirano in special modo un pubblico giovane e lifestyle alla ricerca di divertimento puro. Sölden è la località di vacanza con il più alto concentrato di locali notturni d’Austria, dalle lounge bar alle discoteche alla moda, ai keller tipici dove sgorgano fiumi di birra. Numerosi anche gli eventi dedicati ai festaioli che si susseguono da ottobre a maggio.  Info: Ötztal Tourismus – Tel.: +43 (0) 57200 Fax: +43 (0) 57200 201 info@oetztal.comwww.oetztal.com  

AUTUNNO UNDERGROUND A BOLZANO
La migliore avanguardia artistica si scopre all’Hotel Greif. Torna Transart, festival di cultura contemporanea che ormai da dieci anni anima, tra settembre e ottobre, le più suggestive location di Bolzano. Un caleidoscopio di proposte d’arte e cultura internazionale, con performance, istallazioni, happening musicali di altissimo livello e attualità, renderà il capoluogo uno dei palcoscenici più innovativi e intriganti al mondo con artisti in arrivo da New York, Tokyo, Mosca, Vienna. Quest’anno un appuntamento di straordinario valore artistico sarà ospitato, con ingresso gratuito, dall’Hotel Greif, centro indiscusso del panorama culturale bolzanino. Spunti suggestivi che, proposti in simultanea, daranno vita a una miscela esplosiva di idee.
Info  Hotel Greif , Piazza Walther, Bolzano, tel. 0471 318000, www.greif.it