Asparago di Badoere IGP

L’Asparago di Badoere è un prodotto con una lunghissima tradizione: la sua origine sembra risalire all’adesione delle terre venetiche alla Roma repubblicana e imperiale.
Si presenta in due tipologie: quella bianca con sfumature rosate, priva di fibrosità, dal sapore dolce, aroma lieve di legumi freschi con venature di amaro appena percettibili, e quella verde di un bel colore intenso brillante e sfumature violacee, dal sapore marcato, aroma fruttato ed erbaceo. Viene prodotto nell’areale che include i comuni di Piombino Dese e Trebaseleghe (Padova), Casale sul Sile, Casier, Istrana, Mogliano, Morgano, Paese, Preganziol, Quinto, Resana, Treviso, Vedelago, Zero Branco (Treviso) e Scorzè (Venezia). La superficie agricola coltivata ad asparagi nell’area di produzione è di circa 150 ettari, con una produzione annua di 10.500 quintali pari a circa 70 quintali per ettaro e un fatturato di circa 5 milioni di Euro. La raccolta avviene tra l’inizio di febbraio e la fine di maggio di ogni anno. Il commercio dell’Asparago di Badoere viene effettuato direttamente dai produttori, oppure attraverso le cooperative di raccolta, che provvedono a fornirlo alle catene della distribuzione. L’area interessata alla commercializzazione del prodotto attualmente è individuata in prevalenza nelle tre province venete Treviso, Padova e Venezia, ma negli ultimi anni si è assistito a un costante allargamento dell’area di vendita. L’Asparago di Badoere, infatti, inizia a diffondersi nell’intera regione del Veneto e nel nord Italia, in particolare in Lombardia ed Emilia Romagna.
Importante per l’ottenimento del riconoscimento comunitario è stata l’azione del Consorzio dell’Asparago di Badoere costituito nel 2002, che attualmente riunisce 35 associati tra imprenditori agricoli, cooperative e alcuni Comuni dell’area protetta con lo scopo di tutelare sulla sua produzione e commercio, di salvaguardarne della tipicità, favorendone il miglioramento qualitativo e svolgendo azione di promozione e valorizzazione nel mercato.
L’Asparago di Badoere è ricco di vitamine e minerali, ha comprovate proprietà diuretiche e depurative, grazie al notevole contenuto di acqua e fibre. Come tutti gli ortaggi ha un basso valore energetico e si presta benissimo per le diete ipocaloriche, oltre ad essere di elevata digeribilità. Alto è il contenuto di asparagina o acido aspartico e di acido folico, importante per le donne in gravidanza. Gli asparagi vanno cucinati freschi per assaporarne pienamente il valore gastronomico e la delicata fraganza. Per una corretta conservazione è consigliabile avvolgerli in un panno umido e riporli in frigorifero nel reparto verdura, dove si conservano per qualche giorno.

Consorzio dell’Asparago di Badoere
c/o Municipio di Morgano
Piazza Indipendenza, 2
31050 Badoere di Morgano (TV)
tel. 049 9350001
fax 049 9350001
www.asparagodibadoere.it
info@asparagodibadoere.it 

 

 

 

Risoto de Sparasi de Badoere

 

 

 

 

Ricetta tratta dal sito del Consorzio dell’Asparago di Badoere

Ingredienti per 4 persone

300 g di Asparagi di Badoere (punte)
350 g di riso Carnaroli
una cipolla
1/2 bicchiere di vino bianco
brodo vegetale o di carne
olio extravergine d’oliva50 g di burro
50 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
sale

Soffrigete la cipolla tagliata finemente insieme alle punte di asparagi tagliate a tocchetti. Fate insaporire per cinque minuti. Bgnate col vino, lasciate sfumare, quindi unite il riso e fatelo tostar. Portate a cottura, aggiungendo il brodo bollente. Aggiustate di sale. Mantecate alla fine col burro e il parmigiano grattugiato al momento. Servite il risotto ben caldo.

Immagine Logo del Consorzio e foto Asparagi di Piera Genta